Breaking News

Simulano incidente stradale per frodare l’assicurazione

Orgiano – Simulano un incidente stradale, per di più con feriti, per frodare l’assicurazione. Hanno anche incolpato del sinistro una donna di Orgiano, che non c’entrava nulla e che si trovava in tutt’altro posto. Il risultato è stato che si sono beccati una denuncia, da parte dei carabinieri della stazione di Sossano. A finire nei guai sono stati cinque uomini, residenti in provincia di Frosinone ed il quinto domiciliato ad Orgiano anche se laziale pure lui.

Sono D.P, di 58 anni, S.T, 31enne, e G.P di 27 anni, tutti residenti a Giuliano di Roma,  A.N., 21enne residente a Ceccano, e il 44enne D.A residente a Patrica, sempre in provincia di Frosinone ma di fatto, come dicevamo, domiciliato ad Orgiano. Sono stati ritenuti responsabili di tentata frode assicurativa, falsità ideologica commessa dal privato e sostituzione di persona.

Le indagini dei carabinieri sono partite dalla denuncia presentata nelle settimane precedenti da una 47enne residente ad Orgiano, che aveva ricevuto dalla propria compagnia assicurativa, tramite uno studio legale di Frosinone, risultato estraneo all’indagine, la richiesta di risarcimento danni per un incidente stradale verificatosi lo scorso mese di settembre nel capoluogo laziale, che lei avrebbe causato e nel quale quattro degli indagati, che si trovavano a bordo dell’autovettura coinvolta, dichiaravano di aver riportato delle lesioni giudicate guaribili in pochi giorni.

I carabinieri hanno accertato, a quel punto, che la donna, nella data indicata dell’incidente, non si trovava neanche a Frosinone, ma ad Orgiano. E? emerso inoltre, uno degli indagati, D.A, ex convivente della donna e di recente arrestato per maltrattamenti nei suoi confronti, l’aveva convinta a sottoscrivere un nuovo contratto assicurativo tramite l’altro indagato, D.P, che le aveva presentato come assicuratore. Questo, naturalmente, per avere i dati personali della donna e quelli del veicolo a lei intestato, in modo da poter fare la la richiesta di risarcimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *