Breaking News

Pfas, a Strasburgo si vota la direttiva sulle acque

Strasburgo – E’ prevista per il pomeriggio di oggi la votazione al Parlamento europeo sulla rifusione della Direttiva Europea sull’acqua destinata al consumo umano. Da più parti, nel Veneto dell’acqua inquinata dai Pfas, è stato chiesto agli europarlamentari un atto di coraggio affinché sia tutelata la salute dei cittadini, dei bambini in particolare, che sono il nostro futuro. la parola d’ordine è zero Pfas, ovvero che la direttiva non conceda la possibilità che le sostanze perfluoroalchiliche siano presenti nelle acque di falda, spèeppur in quantità minima.

Naturalmente l’industria chimica la pensa in modo ben diverso, e qui si fonda la richiesta di coraggio alla politica continentale, quella di dire no, in altre parole, alle potenti lobbies industriali. Tra i presenti a Strasburgo in questi giorni cruciali ci sono anche i rappresentanti dei comitati di cittadini impegnati in questa battaglia ambientale a difesa dell’acqua.

In particolare ci sono le Mamme No Pfas, una cui delegazione ieri, accompagnati dalla dottoressa Elisa Dalla Benetta, medico di base di Zimella, nel veronese,  ha incontrato il gruppo Gue-Ngl, i cui membri sono chiamati oggi al voto in aula. All’incontro erano presenti più di 70 persone, tra parlamentari e giornalisti di diversi paesi europei, che hanno seguito la conferenza con traduzione simultanea.

“L’intervento di Elisa Dalla Benetta – riferisce oggi una nota di Mamme No Pfas -, è stato molto completo e incisivo ed è stato seguito con la massima attenzione. Ha potuto parlare di conseguenze concrete sulla salute, dovute all’azione dei Pfas come interferenti endocrini, grazie all’esperienza diretta con i suoi pazienti. A seguire  l’attivista Michela Piccoli, che con un intervento breve ma  intenso, ha  scosso la sala, consegnando ad uno ad uno ai presenti visibilmente commossi, le gocce di legno dipinte dai nostri bambini. Un momento particolarmente emozionante per le Mamme No Pfas è stato l’intervento di Eleonora Forenza, che ha lodato la forza e l’impegno messe dal comitato in questa battaglia”.

“La battaglia è dura ma non ci fermeremo – concludono gli attivisti -. Oggi infatti , oltre a manifestare  davanti al parlamento, invitate dal gruppo Gue italiano con la partecipazione dei rappresentati di Germania, Irlanda, Spagna, proseguiremo con gli incontri fissati con altri europarlamentari: Eleonora Evi (M5s) , Damiano Zoffoli (Pd), Mara Bizzotto (Lega Nord) e con  il referente europeo dei movimenti per il diritto all’acqua Pablo Sanchez”. Nel pomeriggio le Mamme No Pfas saranno presenti alla votazione sulla Direttiva delle acque per il consumo umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *