Breaking News
Ancora maltempo in Veneto. Resta il rischio idraulico

Maltempo, scuole chiuse a Vicenza e provincia

Vicenza – L’ondata di maltempo che sta interessando il nord est dell’Italia e in particolare il Veneto colpirà anche il vicentino in particolare tra lunedì e martedì, quando è previsto un consistente aumento del livello dei fiumi e il conseguente rischio di allagamenti. Per questo motivo il sindaco Francesco Rucco ha convocato questa mattina nella sede di Aim a San Biagio una prima riunione alla quale hanno partecipato il vicesindaco Matteo Tosetto, tecnici e funzionari del Centro operativo comunale (Coc), per fare il punto sulla situazione, istituendo un presidio permanente (Coc ristretto) della protezione civile comunale con il compito di monitorare l’evoluzione del fenomeno in stretto contatto con la Prefettura.

Per quanto riguarda la città l’ultimo modello previsionale diffuso dalla Regione Veneto prevede per oggi (domenica 28 ottobre) verso le 18 un picco nel livello del Bacchiglione che non toccherà i 3,10 metri  a Ponte degli Angeli. La vera piena dovrebbe arrivare tra la mezzanotte di domani (lunedì 29) e le primissime ore di dopodomani (martedì 30) quando a Ponte degli Angeli il livello supererà presumibilmente quota 4,60 metri (preallarme) senza però raggiungere il livello di allarme dei 5,40 metri. La piena dovrebbe infatti assestarsi sui 5,10 metri con portata non superiore ai 230 metri cubi al secondo in ingresso in città.

Da segnalare inoltre che, lunedì e martedì, le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse a Vicenza, ed anche nella provincia, a causa del maltempo. Lo ha deciso il prefetto, di concerto con il direttore dell’ufficio scolastico provinciale. La decisione, subito comunicata al sindaco e trasferita alle scuole, è stata presa in particolare per non ostacolare con intasamenti della circolazione eventuali interventi che potrebbero rendersi necessari per far fronte alle previste criticità idrauliche e idrogeologiche.

“Viste le previsioni – dichiara il sindaco Francesco Rucco –  abbiamo dichiarato lo stato di attenzione e stiamo attivando tutte le azioni previste in questa fase. E’ importante che i cittadini, che in questo momento non percepiscono la reale portata del fenomeno perché in città piove ancora poco e il livello dei fiumi è basso, si tengano informati, consultando sito e social comunali. Ricordo soprattutto la possibilità di iscriversi all’Sms di emergenza, mandando un messaggio con il proprio nome, cognome e indirizzo al numero 3927338475. Invito in particolare chi vive o ha attività in zone a tradizionalmente a rischio allagamenti a cominciare a prevedere spostamenti di auto e beni da cantine e garage sotterranei”.

Nella riunione di questa mattina si è deciso di installare le paratie a ponte degli Angeli, dalle 14.30 a cura dei volontari del gruppo comunale di protezione civile (non saranno montati gli acquadike). A scopo preventivo Aim Amcps porterà i sacchi di sabbia nelle postazioni già previste a San Pietro Intrigogna (piazzale della chiesa), in viale Fusinato (incrocio con strada di Gogna), a Debba (piazzale della chiesa), in via Sardegna. Successivamente i sacchi saranno posizionati in piazza Matteotti (vicino all’ostello della gioventù), contra’ Santi Apostoli e via Del Grande (zona stadio).

L’eventuale distribuzione dei sacchi alla popolazione sarà disposta dalla protezione civile solo a tempo debito. Il genio civile ha già provveduto a chiudere le cinque saracinesche sul fiume Bacchiglione in zona viale Trento, mentre il Comune nei giorni scorsi ha revisionato gli impianti di sollevamento, fatta eccezione per quello di via Divisione Folgore per il quale è necessario attendere un livello dell’acqua più alto.

Aim ha confermato l’attivazione dello spazzamento superficiale delle foglie delle caditoie, Viacqua la pulizia interna, con particolare attenzione alle zone più critiche. Sempre Viacqua è pronta, in caso di necessità, a posizionare per tempo le idrovore, la prima delle quali andrebbe attivata in largo Goethe a protezione del Teatro Olimpico se il Bacchiglione dovesse raggiungere quota 5,40 metri. In caso di necessità nella notte tra lunedì e martedì il comando della polizia locale resterà aperto in via straordinaria, pronto a intervenire in caso di necessità (0444-545311). Vedi anche la scheda informativa “Rischio allagamenti: cosa fare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *