Breaking News

La gauche au caviar (e poi c’è Sigonella…)

Vicenza – Massimo Tomasutti è una persona che ha dedicato allo studio e all’insegnamento della storia veneta tanto tempo, fatica e moltissima passione. Forte di ciò ha controbattuto al segretario regionale della Flc Cgil, Marta Viotto, che si è dichiarata contraria alla recente intesa tra Ministero dell’Istruzione e Regione Veneto per l’individuazione di percorsi didattici atti a sviluppare lo studio e la conoscenza della cultura e della storia veneta.

Mi sembra che non ci sia alcun rapporto tra la coerenza etica e la politica della predetta signora Marta Viotto. Intanto il fatto d’essere una responsabile della Cgil la colloca in un ben determinato ambito politico convenzionalmente definito: di sinistra. Inoltre, cosa avrà da dire la Viotto sul fatto che nella scuola De Roberto di Catania (la dirigente è la dottoressa Antonella Maccarrone) si accolgono gli ospiti del Nas, il Naval Air Station Sigonella, al canto dell’inno dei marines Usa per il solo fatto che questi americani hanno regalato qualche zainetto ad alcuni alunni di quella scuola?

Il segretario regionale Flc Cgil, anziché la storia veneta, preferirebbe che agli scolari veneti s’insegnasse a cantare “Dalle stanze di Montezuma alle spiagge di Tripoli; noi combattiamo le patrie guerre, in cielo, in terra e nel mare (…) fieri siam di vantare il titolo di marines degli Stati Uniti d’America…”?

Luciano Spiazzi

*****

Di seguito, lo sconcertante video del coro intonato dai ragazzi catanesi, ovvero l’Inno dei Marines americani. In realtà, quello che sconcerta è come certo servilismo italiano ed anche, diciamolo francamente, certa mancanza di dignità e di buon gusto, abbiano debordato nel nostro paese, che sembra ormai aver perso ogni misura ed ogni decenza. (F.O)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *