giovedì , 16 Settembre 2021

Evadono e distruggono le carte. Due soci nei guai

Thiene – Avevano nascosto o addirittura distrutto le scritture contabili della società a responsabilità limitata della quale erano amministratore, uno, e legale rappresentante, l’altro. E’ in questo modo che sono finiti nel mirino della Guardia di Finanza di Thiene, due imprenditori, soci nell’azienda, un 47enne le cui iniziali sono P.L., di Conegliano, e F.F., un thienese di 64 anni. Le Fiamme Gialle, su disposizione del Gip del Tribunale di Vicenza, dopo articolate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno sottoposto a sequestro preventivo per equivalente 50 mila euro, in depositi finanziari nella disponibilità dei due imprenditori.

IL sequestro è l’epilogo di una complessa operazione iniziata con un controllo amministrativo, sulla base di gravi indizi di violazione alle norme tributarie emersi dalla consultazione delle banche dati. I due imprenditori, per evadere le imposte sui redditi e sul valore aggiunto, oltre a non aver presentato le dichiarazioni per tre anni consecutivi, non avevano esibito, nel corso dell’attività ispettiva, le scritture contabili la cui istituzione e conservazione è obbligatoria.

La ricostruzione del volume d’affari è stata eseguita però, in via alternativa, attraverso controlli incrociati, eseguiti anche nei confronti di diversi clienti e, alla fine, P.L. e F.F. sono stati denunciati “L’occultamento o la distruzione di documentazione contabile – spiega infatti la Guardia di Finanza -, oltre ad essere oggetto di sanzioni di natura amministrativa, integra una fattispecie penalmente rilevante che, a seguito di modifiche normative intervenute nel 2015, consente di adottare lo strumento del sequestro preventivo finalizzato alla confisca, anche per equivalente, del profitto del reato, con riferimento al patrimonio e ad ogni altro bene comunque nella disponibilità degli indagati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità