Breaking News

Tentano un’estorsione ad un anziano. In manette

Bassano del Grappa – Un uomo e una donna sono finiti nella rete della forze dell’ordine, a Bassano, per aver tentato di estorcere denaro ad un anziano. A far scattare loro le manette ai polsi sono stati i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile bassanese hanno arrestato l’uomo, un rumeno di 36 anni, Cosmin Musa, residente a San Zenone degli Ezzelini, nel trevigiano, e denunciato la donna, sua moglie, la 34enne, anche lei rumena, Marilena Musa Dorica. Per entrambi (nelle foto sopra) l’accusa è di estorsione e tentata estorsione in concorso ai danni di un 76enne di Bassano del Grappa.

E’ successo circa una settimana fa, quando il 76enne è stato avvicinato ed irretito dalla donna che, con atteggiamenti amichevoli e confidenziali, è riuscita a guadagnare le sue simpatie ed ha concordato un appuntamento per il 27 ottobre, con promessa di consumare un rapporto sessuale. All’appuntamento si è però presentato il marito, che ha minacciato pesantemente l’anziano, anche di morte, ed ha preteso 150 euro subito e altri 350 per la mattina del 30 ottobre.

Il 76enne, non avendo denaro con sé, si è recato da un amico per un prestito: questi lo ha visto scosso ed ha contattato un carabiniere in congedo che, a sua volta, si è rivolto ai colleghi in servizio. I militari del Nucleo operativo e radiomobile si sono occupati della faccenda e, durante il nuovo incontro ta l’anziano e Musa sono intervenuti arrestando il rumeno. L’estorsore è ora agli arresti domiciliari, su disposizione del pm di turno, in attesa dell’udienza di convalida.

I carabinieri non escludono che i due si siano resi responsabili di altri episodi analoghi, magari non denunciati per timore di reazioni violente o del giudizio della propria cerchia familiare. Quindi invitano eventuali vittime, che riconoscessero i due rumeni nelle foto che pubblichiamo in alto, a rivolgersi alla più vicina stazione dei carabinieri, menzionando l’operazione del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Bassano del Grappa.

“Invitiamo la popolazione – aggiungono in una nota i carabinieri di Bassano – a non cedere a biechi ricatti di questa specie, informando per tempo il Comando competente per territorio per telefono, recandosi di persona o, in caso di emergenza, componendo il 112. L’Arma dei carabinieri può aiutarvi in ogni situazione in cui i vostri diritti sono minacciati o calpestati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *