Breaking News
Venezia, Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale - Foto: Alma Pater (CC)
Venezia, Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale - Foto: Alma Pater (CC)

Autonomia, Berlato: “Tante parole ma niente fatti”

Venezia – “Tra cinquanta giorni il Veneto, primo davanti a Lombardia ed Emilia Romagna, potrà festeggiare l’anniversario del referendum sull’autonomia con il timbro del governo sull’accordo” con questa dichiarazione rilasciata alla stampa lo scorso 3 settembre, il ministro leghista Erika Stefani annunciava l’imminente approvazione della tanto attesa autonomia per il Veneto.

“Dobbiamo prendere atto con rammarico che il 22 ottobre è ormai arrivato ma dell’autonomia promessa dalla Lega ancora non c’è traccia” è invece quanto rileva oggi Sergio Berlato, coordinatore regionale per il Veneto di Fratelli d’Italia, il giorno dopo di quello in cui si è celebrato il primo anniversario del referendum che lo scorso anno ha visto due milioni e quattrocentomila veneti recarsi alle urne, “nel rispetto della Costituzione italiana sottolinea il consigliere regionale – e nel rispetto del valore indiscutibile dell’unita nazionale”.

“Ricordiamo che come Fratelli d’Italia del Veneto ci siamo schierati con convinzione a favore del quesito referendario – prosegue Sergio Berlato –, ed è proprio per questo che avremmo voluto festeggiare questo importante anniversario con l’autonomia del Veneto già approvata e non dover prendere atto di ulteriori promesse”.

“Dopo tanto clamore mediatico e dopo tanti annunci – conclude Berlato -, dispiace constatare che la Lega, nonostante sia al governo, non sia ancora riuscita a portare a casa nulla del risultato atteso da tanti veneti. Vogliamo tempi certi per la firma dell’intesa tra Governo e Regioni e la quantificazione delle risorse finanziarie che saranno destinate all’autonomia del Veneto. Siccome le vie dell’inferno sono lastricate di buoni propositi non vorremmo doverci risvegliare tra le fiamme della delusione anziché tra le nuvole paradisiache dell’autonomia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *