Breaking News

Basket, disco rosso in Belgio per il Famila Schio

Charleroi (Belgio) – Il Beretta Famila Schio stecca l’esordio in Eurolega, perdendo di misura, 63-60, contro il Mithra Castors Braine. La partita, giocata ieri sera sul parquet dello Spiroudome e valida per la prima giornata della competizione europea, è stata aperta fino alla fine. Ad eccezione del +10 raggiunto dalle ragazze di coach Pascal Angillis nel secondo periodo, infatti, le due squadre si sono sempre mantenute a contatto. Dopo la mini fuga dell’ultima frazione (47-52), le scledensi si sono fatte acciuffare e  superare, senza riuscire poi a invertire la rotta.

L’avvio della contesa è molto equilibrato. Dopo un paio di azioni non andate a buon fine per entrambe le contendenti, Hamblin rompe il ghiaccio, 2-0, e subito dopo anche il Famila fa muovere il tabellone. All’1/2 in lunetta di Dotto, 2-1, segue il piazzato di Lavender, che vale il primo vantaggio delle ospiti, 2-3. Uno scambio di cortesie tra Samuelson e Gemelos decreta la parità, 5-5, situazione che si ripete anche un paio di minuti più tardi. Da questo 9-9, però, le gialloblù pungono con Delaere, a bersaglio dalla media e dalla lunga distanza, per il 17-9. Gemelos accorcia le distanze e il quarto va in archivio sul 17-11.

All’inizio del secondo tempino Schio lima ancora il suo passivo, 17-13, grazie ai primi due punti di Gruda. La difesa arancione concede troppo alle padrone di casa, che incrementano il loro margine raggiungendo la doppia cifra di vantaggio, 33-23. Uno tesoretto presto dimezzato da Gemelos. La guardia americana con passaporto greco dimostra di avere la mano ferma dalla lunetta e anche di avere buona mira dalla lunga distanza, 33-28.

Al ritorno sul parquet dopo i quindici minuti di intervallo il Beretta riprende il filo del discorso e, nell’arco di un paio di minuti, completa la rimonta, 33-33. Passano altri due giri di lancette e Crippa scrive a referto il +3, 33-36. Il Mithra ribalta il risultato e, forte dei punti di Samuelson, Trahan-Davise e Razheva, passa a condurre per 41-38. Un +3 che al trentesimo le gialloblù hanno incrementato, ma di poco, 47-42.

Il quintetto scledense inaugura gli ultimi dieci minuti con un break di 8-0, griffato da Gruda, Lavender, Gemelos e Dotto, che sancisce il sorpasso, 47-52. Decisamente un momento no per il Castors Braine che, tra l’altro, dopo appena tre minuti di gioco, ha già esaurito il bonus. Proprio quando sembra che, per Schio, tutto fili liscio, le padrone di casa imprimono una sterzata al match, ricacciando indietro le ospiti, 53-52. I due quintetti si alternano al comando, dando vita ad una gara davvero frizzante. Sul 56 pari, arriva un mini allungo della compagine belga, 63-58, presto ridimensionato dal Beretta, 63-60. Ma a questo centro, di Gemelos, non ne seguiranno altri, e la gara del Famila si conclude con una sconfitta, 63-60.

Castors Braine: Devliegher ne, Ortiz 5, Delaere 12, Trahan-Davis 5, Anderson, Razheva 8, Grzesinski 2, Hamblin 2, Rendle ne, Samuelson 18, Mayombo 11

Famila Schio: Filippi, Fassina 2, Masciadri ne, Lisec 6, Crippa 3, Gruda 15, Battisodo, Andrè ne, Dotto 9, Lavender 8, Gemelos 17, Micovic ne

Ecco gli altri risultati della prima giornata del gruppo A:

  • Nadezhda – Zvvz Praga 78-83
  • CCC Polkowice – Bourges Basket 56-73
  • Esbva-LM – Ummc Ekaterinburg 51-99

Classifica: Ummc Ekaterinburg, Bourges Basket, Zvvz Praga e Castors Braine 2, Famila Schio, Nadezhda, CCC Polkowice e Esbva-LM 1

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *