Breaking News
A Vicenza, il megadrone italiano di Forvola, personalizzabile, in grado di trasportare fino a 150 kg
A Vicenza, il megadrone italiano di Forvola, personalizzabile, in grado di trasportare fino a 150 kg

Vicenza, mobilità sostenibile al festival “Citemos”

Vicenza – Ha preso il via oggi, a Vicenza, il festival “Citemos”, ovvero “Città, tecnologia, mobilità sostenibile”, in programma fino al 6 ottobre. L’evento, che nella prima edizione dello scorso anno ha suscitato molto interesse, si tiene nei palazzi palladiani del centro storico di Vicenza ed è promosso dall’amministrazione comunale e da Confartigianato Vicenza, con la collaborazione di Confindustria e Confcommercio. Ci sono anche i contributi della Camera di commercio e di Ebav (Ente bilaterale artigianato veneto).

Si tratta di uno tra i più importanti eventi italiani in materia di sostenibilità  e tecnologia e si pone un duplice obiettivo: da un lato fornire contenuti e soluzioni per il mondo dell’imprenditoria, offrendo anche stimoli volti a favorire l’innovazione; dall’altro presentare l’evoluzione dell’ecosistema partendo dal ruolo cruciale della tecnologia, coinvolgendo sia gli enti che la popolazione, con un occhio particolare per i giovani, che il cambiamento lo vivono come condizione quotidiana e che hanno maggiore dimestichezza con le nuove tecnologie.

Per quanto riguarda la giornata di oggi, si è aperta con un convegno, nella Sala Stucchi di Palazzo Trissino, sul tema “Tecnologia, mobilità sostenibile, mercato del lavoro”. Pomeriggio dedicato invece all’incontro, a Palazzo Cordellina, su “Lo sviluppo dei dispositivi a supporto delle auto elettriche. Il futuro delle batterie al grafene” e, subito dopo, nello stesso luogo, a quello su “Industria – Impresa 4.0: Opportunità, Risultati e Limiti”.

Sempre a palazzo Cordellina il terzo incontro, in serata, a partire dalla 18.30, dal titolo “Ho visto più lontano. Viaggio tra le eccellenze della ricerca Made in Italy”. Sarà ospite del convegno Paolo Gila, giornalista Rai e scrittore del libro intitolato come la conferenza. Mantenendo lo stile ed un punto di vista innovativo e curioso, Gila farà viaggiare il pubblico fra i trend e le eccellenze del Made in Italy in chiave di mobilità elettrica.

Dopo la giornata di apertura di oggi, si prosegue domani, venerdì 5 ottobre, con un ricco calendario di appuntamenti dislocati in vari punti della città. In mattinata ci sarà la Citemos High school 2018, ovvero due eventi, l’uno al Teatro Comunale (ore 9.30) l’altro al Liceo Pigafetta (ore 10), rivolti espressamente ai licei per mostrare quanto la tecnologia ci sia nella nostra quotidianità e di come le competenze in uscita dalla scuola siano cambiate nel giro di pochi anni. Gli incontri sono dedicati quindi a quei ragazzi che hanno deciso di seguire un percorso liceale per dare spessore e struttura alle proprie conoscenze, per approcciare gli apprendimenti con metodo deduttivo, ai quali devono però imparare ad associare competenze scientifiche e tecnologiche.

Accompagneranno i ragazzi nei due appuntamenti, validi anche per l’Alternanza scuola lavoro, il sociologo Francesco Morace e Valerio Rossi Albertini, fisico nucleare e primo ricercatore del Cnr.  La giornata prosegue con l’incontro “Tecnologia ed infrastrutture: quale aiuto alla mobilità sostenibile?” a Palazzo Cordellina, alle 11. In Piazza dei Signori, dalle 11.30 alle 12.30, si potrà ammirare la moto Tacita model year 2019, realizzata dall’omonima azienda e presentata per l’occasione in anteprima europea.

Nel pomeriggio, a Palazzo Cordellina (ore 15.30), si prosegue con “Incrocio di cervelli: come evolvono tecnologia, mobilità e sicurezza intorno a noi”, nel quale si parlerà dei nuovi dispositivi che diverranno obbligatori e che dovrebbero aumentare la sicurezza dei veicoli , come gli Adas (Sistema avanzato di assistenza alla guida). Sulle auto dovranno essere di serie in totale undici sistemi, tra cui spiccano la frenata automatica, il controllo della stanchezza e della distrazione del guidatore, il controllo automatico della velocità con riconoscimento dei segnali stradali e il mantenimento della corsia, oltre a quelli già esistenti. A questi dovrebbero aggiungersi con tempi più lunghi altri sistemi di sicurezza, estesi anche ai veicoli commerciali e ai mezzi pesanti. Affronteranno il tema il sociologo Francesco Morace, Enrico Pagliari, direttore tecnico Aci e Leone Martellucci, docente dell’Università La Sapienza di Roma.

Seguirà, sempre a Palazzo Cordellina ma alle 17.15, un incontro dedicato a “Le imprese italiane e la green economy”. L’ultimo appuntamento di venerdì 5, a Palazzo Bonin Longare alle 18.30, è dedicato a capire il “Cambiamento ed evoluzione del mercato automobilistico”. A spiegare la situazione sarà Davide Comunello, giornalista di Quattroruote. Gran finale poi alle 20 al Teatro Comunale con Trivellato Eq Experience Electric Party, in occasione del lancio della Smart Elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *