Breaking News
Sanità, 16,4 miliardi in Veneto per il 2019 e il 2020

“Ulss 8, Rucco si assuma le sue responsabilità”

Vicenza – “Lo stallo sulla nuova Conferenza dei sindaci della Ulss 8 Berica non può continuare. Rucco si assuma le sue responsabilità di sindaco della città capoluogo e prenda in mano la situazione”. Così i consiglieri comunale di Vicenza Sandro Pupillo e Giovanni Selmo, della lista “Da adesso in poi”, in opposizione, commentando la loro iniziativa odierna di presentare una interrogazione, allo stesso sindaco di Vicenza, proprio sulla situazione della Ulss Berica, prima divisa in due, quella vicentina e quella dell’ovest, e riunita poi in una unica azienda sanitaria dopo la riforma regionale.

“Come ha sottolineato di recente il sindaco di Cornedo, Martino Montagna – continuano Pupillo e Selmo -, presidente del Comitato dei sindaci dell’ovest, spetta al primo cittadino del comune capoluogo convocare la prima seduta per sbloccare l’impasse e votare il nuovo regolamento. Diciamo di più: pur dall’opposizione, pensiamo che il sindaco di Vicenza debba assumersi la responsabilità di fare il presidente della Conferenza, in un momento particolarmente delicato come questo”.

“Delicato non solo perché va gestita la progressiva integrazione fra le due vecchie Ulss, ma anche perché sono sempre di più i problemi e i temi scottanti da affrontare, non ultima la questione della disabilità, sulla quale registriamo con preoccupazione l’aumento delle liste d’attesa e la mancata risposta ai bisogni, se non nei casi di estrema urgenza, a causa dello stallo politico che si è venuto a creare. Il capoluogo ha un ruolo di guida in questo processo. Finora abbiamo sentito Rucco parlare solamente di sicurezza, che è certamente un tema importante, ma non può essere l’unico argomento”.

“E ormai sono passati tre mesi dalla sua elezione – concludono Selmo e Pupillo – Il Comune di Vicenza delega alla Ulss una larga parte delle attività socio-sanitarie del suo territorio, destinandovi svariati milioni di euro. La situazione è grave, visto che non solo non è ancora stata formata la Conferenza dei sindaci unificata. Inoltre siamo ormai a settembre e non è nemmeno stato votato il Bilancio preventivo del Sociale dell’anno 2018. Quali sono dunque le scelte strategiche di Rucco e della sua giunta sui temi del sociale? Con quale visione politica e quali scelte vogliono risolvere le tante questioni rimaste in piedi?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *