Breaking News
Rino Mastrotto
Rino Mastrotto

Confindustria, la concia ha un nuovo presidente

Vicenza – Rino Mastrotto è il nuovo presidente della Sezione concia di Confindustria Vicenza. Il fondatore di Rino Mastrotto Group è stato eletto all’unanimità dai consiglieri del primo distretto conciario italiano, che fa registrare un fatturato di 2,9 miliardi. Circa 300 milioni di euro fatturati nel 2017, oltre 800 dipendenti e cinque sedi in tutto il mondo (tre nel distretto conciario di Arzignano, uno in Brasile e uno in Svezia), sono invece i numeri della conceria guidata dal nuovo presidente, che succede a Bernardo Finco, giunto alla scadenza naturale del mandato. Alla vicepresidenza sono stati eletti Giuseppe Valter Peretti, della Conceria Cristina, e Luca Pretto, di Conceria Pasubio.

Giuseppe Valter Peretti
Giuseppe Valter Peretti

Sia l’elezione del presidente che quella dei vice hanno visto il voto unanime del consiglio di sezione, del quale fanno parte anche: Massimo Confente (3 C Lavorazione Pelli), nominato anche come rappresentante di sezione nel Comitato piccola impresa di Confindustria Vicenza; Mirko Lucio Balsemin (Nice), Alberto Caneva (Faeda), Giobatta Castaman (Conceria Junior), Francesco Dal Molin (Ica Industria conciaria arzignanese), Angelo Gerolimetto (Scamosceria del Brenta), Roberto Gleria (Conceria Leonica), Riccardo Grotto (Sirp), Cologna Veneta,  Mario Gherardo Ruffoni (Conceria del Corso) e, come Past President, Bernardo Finco (Conceria Bernardo Finco).

Luca Pretto
Luca Pretto

“Sono onorato di poter rappresentare il principale distretto conciario italiano e primario distretto mondiale – ha detto dopo l’elezione Mastrotto -.“La soddisfazione è tanto più grande, visto il clima di unione e condivisione totale nel quale si sono svolte le votazioni e che ha favorito l’individuazione di quali debbano essere gli obiettivi del nostro mandato, sia in ambito locale e nazionale, sia in ambito internazionale”.

In un contesto in cui il valore dell’industria conciaria italiana è pari al 65% del totale prodotto nell’Unione Europea, e  a ben il 20% di quello mondiale, il distretto veneto della concia è nettamente il più importante del paese, sia per numero di addetti (circa 8500 per oltre 450 aziende), che per valore del fatturato (56% circa dell’intera produzione nazionale) più del doppio del secondo distretto italiano, quello pisano.

“Al momento dell’elezione – ha aggiunto Mastrotto -, assieme ai consiglieri, ho voluto ringraziare Bernardo Finco per la dedizione con cui ha lavorato in questi anni, durante i quali si sono sviluppati interessanti progetti, che continueranno anche nel corso di questo nuovo mandato. Temi quali la sostenibilità, aspetto sempre più importante nel mercato mondiale e su cui le aziende del distretto hanno investito tantissimo. E poi la formazione delle nuove professionalità sul territorio, la capacità di fronteggiare le sfide del commercio internazionale anche a fronte del possibile incremento dei dazi e dell’introduzione di nuove barriere d’ingresso in taluni paesi”.

“Saranno questi solo alcuni dei temi su cui ci concentreremo – ha concluso il nuovo presidente dei conciari -. Ad ogni modo, non posso non sottolineare come per le aziende associate a Confindustria Vicenza le prospettive siano positive e quindi il nostro compito ora è quello di guardare allo sviluppo della competitività e del business di distretti della Valle del Chiampo e del Bassanese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *