Breaking News

Naja, Ruzzante (Leu): “Non si sono ascoltati i giovani”

Venezia – “La Lega ha perso l’occasione di ascoltare i giovani e gli studenti del Veneto, che due settimane fa sono venuti davanti a Palazzo Ferro Fini a manifestare pacificamente contro il servizio militare obbligatorio. Dispiace constatare che chi governa a Venezia e a Roma abbia così poca stima e fiducia nelle nuove generazioni, che la Lega vuole condannare ad una corvè di Stato”. Così il consigliere regionale Piero Ruzzante, di Liberi e Uguali, all’indomani dell’approvazione del “pdl naja” di cui è stato relatore di minoranza.

“Se non altro – aggiunge infatti Ruzzante – siamo riusciti, come minoranza, a salvare il servizio civile, che la Lega voleva cancellare. Con un emendamento, condiviso con la consigliera pentastellata Baldin, abbiamo impedito questo oltraggio alle tante associazioni di volontariato che operano nel nostro territorio, anche grazie al servizio civile. Abbiamo anche evitato il servizio di leva su base regionale, una formulazione che evocava degli eserciti regionali di cui proprio non si sente il bisogno”.

Tolte queste piccole ma importanti modifiche – conclude il consigliere regionale -, la maggioranza ha respinto ogni emendamento che modificasse l’impianto della legge: resta il servizio militare, resta l’obbligo, continuano a mancare i soldi e le garanzie che la nuova naja di Zaia non vada ad ostacolare il percorso di studi. La Lega non ha voluto ascoltare i giovani veneti e ha scelto di portare avanti un provvedimento di pura propaganda, che non ha alcuna speranza di diventare legge poiché non ha i numeri in Parlamento. La mia scommessa è che tra un anno questa proposta di legge non sarà ancora arrivata all’esame della Camera. A quel punto, chiederò ogni settimana che fine ha fatto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *