Breaking News

Musica dall’Indonesia e dal Libano a B.Motion

Bassano del Grappa – Doppio appuntamento a Bassano, domani sera, giovedì 6 settembre, con la musica di B.Motion negli spazi del Garage Nardini. Alle 21, i Tarawangsawelas, duo musicale indonesiano, presentano “Wanci”, album incentrato su una versione contemporanea di Tarawangsa, la musica sacra che accompagna i riti indonesiani legati al riso e alla sua coltivazione. A seguire, alle 21.45, il musicista e disegnatore libanese Mazen Kerbaj eseguirà un assolo totalmente improvvisato.

I Tarawangsawelas sono un duo proveniente da Badung, formato da Teguh Permana e Wisnu Ridwana. Al pubblico bassanese, i due musicisti indonesiani propongono una versione contemporanea di Tarawangsa. Caratteristica particolare della performance è l’esecuzione su due strumenti a corda unici e mai suonati separatamente: il tarawangsa, uno strumento a due corde che ricorda un violino, e il jentreng, una cetra a sette corde.

La loro serata bassanese costituisce la prima delle quattro date in programma per il tour italiano. Il due indonesiano propone una musica per meditare, da ascoltare in silenzio e raccoglimento.. Lo spettatore si confronta con sonorità nuove e insolite, ma che a un ascolto più attento posso far venire in mente connessioni impensabili con correnti della musica contemporanea occidentale. Nell’album “Wanci” è presente un solo brano tradizionale (“Sekalipun”), mentre gli altri sono composizioni originali scritte per l’occasione dai due musicisti.

A seguire, alle 21.45, gli spazi del Garage Nardini ospitano Mazen Kerbaj, fumettista, artista visivo e musicista libanese, qui impegnato in “Solo”, una performance da solista incentrata sull’improvvisazione musicale. Kerbaj è considerato uno dei promotori e protagonisti principali della scena musicale libanese, basata sulla libera improvvisazione e sulla sperimentazione. È co-fondatore e membro attivo di Mill, l’associazione culturale dietro a Irtijal, un festival annuale di improvvisazione musicale che si tiene a Beirut dal 2001. Inoltre, è anche cofondatore di Maslakh, la prima etichetta di musica sperimentale attiva nella regione. Nella sua attività di trombettista, si spingersi sempre oltre i limiti dello strumento, sviluppando un linguaggio musicale innovativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *