domenica , 20 Giugno 2021
La biglietteria della stazione di Vicenza
La biglietteria della stazione di Vicenza

“Mi hanno rapinata”, ma era furto con destrezza

Vicenza – Aveva denunciato di essere stata rapinata nei pressi della stazione ferroviaria, dichiarando anche di essere stata minacciata con un coltello. Adesso però i carabineri hanno scoperto che aveva esagerato e l’hanno denunciata per simulazione di reato. Protagonista è la studentessa universitaria R.M.S, 31enne residente a Sciacca ed attualmente domiciliata in un comune del Basso Vicentino.

Nei giorni scorsi si era presentata alla stazione dei carabinieri di Barbarano Mossano sostenendo che, nella serata di domenica 16 settembre, alla stazione ferroviaria di Vicenza, dopo essere scesa da un treno e mentre si stava dirigendo verso l’uscita, era stata avvicinata da un individuo che le aveva rubato il portafogli dalla  borsetta, con circa 70 euro.

La ragazza aveva aggiunto di essersi accorta del furto, e di aver anche tentato una reazione, ma il ladro, a quel punto, secondo il suo racconto, avrebbe estratto il coltello per minacciarla ed assicurarsi la fuga. Ed è qui che c’è la falla nella versione della giovane.

Le indagini dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Vicenza infatti, grazie alla riprese della telecamera di videosorveglianza della stazione, visionate assieme agli agenti della Polfer, hanno rivelato che l’autore del fatto, non ha minacciata la giovane come lei ha raccontato. Quindi si è trattato solo di un furto con destrezza. Per la studentessa è così scattata una denuncia a piede libero, per simulazione di reato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità