Breaking News
Pedemontana senza ostacoli. Plauso di Confindustria
Palazzo Chigi, sede del Governo

Autonomia, Fracasso: “Qual è la linea del governo?”

Venezia – “Qual è la linea del governo sull’autonomia? Zaia fa marcia indietro o va allo scontro? Ci dicevano che non era così, ma la spaccatura tra Lega e M5S c’è e si vede bene”. La riflessione è di Stefano Fracasso, capogruppo del Pd nel consiglio regionale del Veneto, che interviene dopo le dichiarazioni del sottosegretario agli Affari Regionali Stefano Buffagni, del Movimento 5 Stelle, che ha pubblicamente criticato la richiesta di autonomia nelle 23 materie da parte della Regione Veneto e di Zaia.

Stefano Fracasso
Stefano Fracasso

“Quando, la settimana scorsa, aggiunge Fracasso – avevamo espresso perplessità sull’operato del governo giallo-verde rispetto all’autonomia, erano piovute rassicurazioni da Lega e M5S. Peccato che, dopo pochi giorni, le parole di Buffagni facciano emergere una spaccatura evidente. Qual è la vera posizione del governo? È quella del ministro Stefani, che apre alla richiesta delle 23 materie, o quella del M5S che definisce tutto questo impossibile?”

“Al presidente Zaia – conclude il capogruppo dem – ripetiamo: il tempo della propaganda è finito. Servono concretezza e serietà per tracciare un percorso chiaro, suffragato da analisi e numeri. Un percorso che ha già i suoi punti fermi nella preintesa fatta con il governo Gentiloni. Zaia riparta da lì, lasciando perdere i vecchi ritornelli delle 23 materie, del modello Bolzano dei 9/10. Richieste che non avvicinano i veneti all’autonomia ma li allontanano, come dimostrano le dichiarazioni di Buffagni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *