Breaking News

Aggressione a Villa Lattes, Cgil: “Interventi subito”

Vicenza – La Cgil Funzione pubblica di Vicenza esprimere solidarietà e vicinanza nei confronti della dipendente comunale vittima, nei giorni scorsi, di una aggressione, in ufficio, durante il proprio orario di lavoro nella sede della circoscrizione 6, a Villa Lattes. Il sindacato si dice anche preoccupato “per le condizioni di sicurezza dell’intero personale assegnato a servizi sensibili, nei quali la delicatezza delle attività svolte o il possibile isolamento dei dipendenti nello svolgimento delle loro attività lavorative possono produrre una sovraesposizione che va considerata con estrema attenzione”.

Giulia Miglioranza
Giulia Miglioranza

E’ una pensa di posizione senza incertezze quella del sindacato, espressa dal segretario vicentino di Fp Cgil Giulia Miglioranza, che individua gli elementi su cui il Comune dovrebbe intervenire con urgenza nella carenza di organico e nella inadeguatezza delle strutture, “non senza però – precisa la sindacalista – di aver prima definito, con chiarezza e in tempi brevissimi, qual è il disegno dell’amministrazione rispetto alla gestione dei servizi comunali decentrati”.

“Nella convinzione che i servizi decentrati nel territorio e gli istituti di partecipazione – continua Miglioranza – costituiscano una leva strategica fondamentale per avvicinare l’amministrazione alla cittadinanza e consentano una maggiore agibilità dei servizi comunali, la Funzione pubblica Cgil ritiene che il governo cittadino dovrebbe fare maggiore chiarezza sui propri progetti a riguardo. Serve infatti capire se e come l’amministrazione comunale di Vicenza è intenzionata a mantenere attivi questi servizi, indicando azioni concrete e tempi di attuazione per potenziarli e metterli in condizioni di piena sicurezza”.

“Definizione chiara della tipologia dei servizi da erogare, adeguamento delle strutture, un serio potenziamento dell’organico e un significativo investimento nella formazione nei confronti del personale coinvolto sono condizioni essenziali affinché i servizi vengano erogati nel migliore dei modi e i lavoratori possano operare in condizioni di sicurezza. Per questo abbiamo chiesto un incontro urgente all’amministrazione comunale, perché le esigenze di sicurezza dei lavoratori e delle lavoratrici non possono attendere un minuto di più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *