Breaking News

Vicenza, ordigno bellico trovato a Parco Querini

Vicenza – E’ stato temporaneamente sospeso il cantiere delle operazioni di bonifica bellica di Parco Querini, a Vicenza, una bonifica necessaria in vista dei successivi  lavori di restauro delle ex serre Cunico, già previsti dal comune di Vicenza. La sospensione del cantiere, avvenuta ieri, è stata causata dal ritrovamento di quello che si presume sia un ordigno bellico.

“Abbiamo sospeso le operazioni di bonifica – ha spiegato, Francesco Rucco, – in attesa dell’intervento dei militari per l’identificazione e l’eventuale disinnesco del presunto ordigno bellico. L’area di Parco Querini è stata bombardata durante la Seconda guerra mondiale, quindi saranno svolte tutte le operazioni necessarie alla sicurezza”. In questi giorni, ovviamente, nessuno non autorizzato può entrare nel cantiere, e l’area rimarrà interdetta fino al termine delle operazioni di verifica.

Per quanto riguarda le operazioni di bonifica bellica a Parco Querini nel loro complesso, sono eseguite dalla ditta Sos Diving Team, qualificata per realizzare interventi di questo tipo. Ha l’autorizzazione del Genio militare di Padova e avrà l’assistenza archeologica della ditta Diego Malvestio, di Concordia Sagittaria, che ha eseguito le indagini preliminari alla progettazione. L’intervento è finanziato nell’ambito dell’investimento del Bando periferie, per il recupero delle ex serre Cunico di Parco Querini, un intervento dal costo complessivo di oltre un milione di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *