Breaking News
Vaccini

Vaccini, proroga di un anno. Sbrollini: “Scelta pericolosa”

Roma – “L’emendamento sui vaccini approvato dalla maggioranza al Milleproroghe permetterà a tutti i bambini di accedere, a settembre, alle scuole dell’infanzia. Si tratta di una deroga che consentirà, alla ripresa dell’attività scolastica, di accedere alla scuola anche ai bimbi anche non vaccinati, come hanno annunciato con soddisfazione I senatori del Movimento 5 Stelle, Paola Taverna e Pierpaolo Sileri”. E’ la premessa che fa, ad un amaro commento che segue, Daniela Sbrollini, senatrice vicentina del Partito Democratico, molto critica anche lei sul via libera, in commissione al Senato, dell’emendamento che di fatto rimanda di un anno l’obbligo vaccinale come requisito per frequentare la scuola.

“Io avevo capito – incalza Sbrollini – che si volesse rilanciare la natalità, non la mortalità, infantile. Invece questo governo ha voluto lasciare un segno negativo anche in questo contesto. Infatti la maggioranza ha approvato la proroga all’anno scolastico 2019/20 dell’obbligo vaccinale. Con questo atto M5s e Lega dichiarano la vittoria dei no vax, e soprattutto si assumono la responsabilità di diminuire l’immunità di gregge”.

“Questo – continua la senatrice Dem – va a scapito dei più piccoli, dei bambini, dei più fragili, così come accaduto a Bergamo, dove due neonate sono morte di pertosse perché prive di protezione vaccinale. Loro certo non potevano essere vaccinate, erano evidentemente troppo piccole. Ma le madri avrebbero potuto non metterle in pericolo con una semplice e innocua vaccinazione in gravidanza. L’ignoranza, la pigrizia, le notizie fasulle, influenzano negativamente la cultura della salute popolare. Ma la libertà del singolo di fare quello che vuole termina quando la scelta comporta un pericolo per la comunità, soprattutto la comunità delle persone fragili, deboli, indifese, come sono i bambini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *