sabato , 17 Aprile 2021

Truffe e vendite taroccate, pizzicato 50enne

Romano d’Ezzelino – Piccolo ma importante successo nella lotta alle truffe che ogni giorno vengono perpetrate a danno dei cittadini. Soprattutto agli anziani, in verità, ma i truffatori sembrano essere molti, e la vittima alla fine è la società nel suo complesso. Lo hanno ottenuto i carabinieri della Radiomobile e della stazione di Romano d’Ezzelino, denunciando un uomo di 50 anni, C.R. le sue iniziali, napoletano, già noto alle forze dell’ordine per vari precedenti di polizia a suo carico.

La mattina del 23 agosto, dopo segnalazioni di cittadini circa una Fiat Grande Punto sospetta in zona di Rosà, la centrale operativa dei carabinieri di Bassano del Grappa ha inviato i due equipaggi più vicini ad intercettare il veicolo e controllarlo. Il conducente della Punto si è mostrato subito nervoso al controllo dell’Arma, circostanza che ha spinto i carabinieri ad approfondire con una perquisizione. L’intuizione era corretta ed ha rivelato, all’interno del bagagliaio, quattro motoseghe di provenienza non CE, con segni distintivi posticci e non rispondenti alle normative vigenti.

“Il 50enne – hanno spiegato i carabinieri – non ha dato spiegazioni in proposito, ed è stato denunciato per tentata vendita di prodotti industriali con segni mendaci/commercio di prodotti falsi. Quanto rinvenuto trova riscontro in una nuova modalità di truffa messa in atto per strada: alla possibile vittima si propone l’acquisto di un prodotto, aggiungendo che si tratta di un bene di qualità, un’occasione data magari dal fallimento di un’azienda”.

L’ignaro acquirente, talvolta arriva a pagare anche due o trecento euro per un prodotto che si rivela, invece, di scarsissima qualità, non rispondente alle normative nazionali in tema di sicurezza. Ricordiamo anche le altre modalità di truffa: “il falso operatore di polizia” (già affrontata con successo dai carabinieri di Bassano del Grappa con le operazioni “Fake Cops”), “il falso tecnico dell’acqua/luce/gas”, “la truffa dello specchietto”, “la tecnica dell’abbraccio” ed altre come quelle online, che avvengono purtroppo in tutta Italia.

I consigli dei carabinieri della Compagnia di Bassano del Grappa rimangono gli stessi:

  • Diffidare di chiunque cerchi un pretesto per entrare in casa senza appuntamento da voi fissato;
  • Diffidare di chi propone “affari”, specialmente se anche in contrasto con le vigenti normative fiscali e non vende in un esercizio commerciale;
  • Diffidare di chi propone “soluzioni alternative” a quelle previste dal codice della strada in caso di sinistro stradale;
  • Diffidare da chiunque affermi di conoscervi e tenti approcci affettuosi indesiderati;
  • In caso di dubbio chiamare con tempestività i numeri d’emergenza delle forze dell’ordine;
  • Tutelare i propri cari, specialmente i più anziani, parlando di queste basilari forme di cautela e precauzione con frequenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità