Breaking News

Piccioni, Thiene prova ad allontanarli con un falco

Thiene – Stanno diventando un problema molto serio i piccioni in centro storico, a Thiene, tanto che la città, dopo aver provato ad allontanare questi pennuti spaventandoli con un falco elettronico, prova ora con un falco vero. Venerdì 10 agosto, dalle 6 alle 8 del mattino, un falco addestrato sarà infatti libero di volare nel cielo sopra piazza Chilesotti e vie limitrofe, con l’obiettivo appunto è spaventare ed allontanare i colombi, che sono ormai abitudinari in città.

L’amministrazione comunale, ha accolto in questo modo la proposta avanzata nei giorni scorsi dal presidente del comitato di Quartiere centro, Alberto Vecelli, di ricorrere al sorvolo di falchi per verificare, per ora in via sperimentale, l’efficacia di questo metodo di disturbo ed allontanamento di colonie di colombi. Il falco non è pericoloso per persone ed animali domestici e trattandosi di un “protocollo non cruento” non effettua alcuna predazione. L’esperimento non è quindi assimilabile ad un’azione di caccia perché il falco, come ci tiene a spiegare il comitato, è addestrato esclusivamente a rincorrere e a spaventare, e non a catturare.

Il sorvolo partirà da una terrazza di un edificio del centro ed avverrà con la presenza di un falconiere in possesso della qualifica professionale e delle prescritte autorizzazioni di legge. All’esperimento seguirà la valutazione dei primi effetti. Un secondo sorvolo, a distanza di qualche settimana dal primo, servirà per focalizzare meglio l’area di intervento e individuare i punti critici.

“Quello della presenza dei colombi in centro storico – si legge in una nota del Comune di Thiene – è un annoso problema che assilla tutti i centri urbani. Per contrastare il fenomeno, abbiamo percorso diverse strade, più o meno efficaci, dall’installazione di dissuasori fisici su poggioli e davanzali di edifici pubblici agli ultrasuoni, dal concime anticoncezionale al grido in filodiffusione del falco elettronico, dedicando alla materia un intero articolo, il 27, del Regolamento comunale di polizia urbana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *