sabato , 17 Aprile 2021
Pfas, procedono i lavori sugli acquedotti

Pfas, Bizzotto (Lega): “Europa decida per i limiti zero”

Bruxelles – Il maxi inquinamento da Pfas, ma ora anche da GenX e C604, delle falde acquifere attorno alla azienda Miteni, di Trissino, torna all’attenzione dell’Europa. A riportare nelle aule di Bruxelles questo caso d’inquinamento, che coinvolge oltre 350 mila cittadini veneti nelle provincie di Vicenza, Verona e Padova, è il capogruppo della Lega al Parlamento Europeo Mara Bizzotto. L’eurodeputata, a pochi giorni dal voto del Parlamento sulla nuova direttiva, riguardante le acque potabili, che dovrà finalmente normare i limiti di Pfas in tutta Europa, ha presentato una interrogazione urgente alla Commissione Europea chiedendo l’intervento diretto di Bruxelles “per aiutare concretamente la Regione Veneto, i comuni e i cittadini a far fronte a queste nuove fonti d’inquinamento, attraverso lo stanziamento di fondi europei straordinari per la bonifica delle aree inquinate”.

“L’inquinamento da Pfas sul nostro territorio – scrive Mara Bizzotto -, con altre sostanze che si aggiungono, come il GenX e il C604, deve essere da monito a Bruxelles affinché venga elaborata una normativa europea molto stringente, che fissi dei limiti praticamente a zero per queste sostanze inquinanti. L’europarlamentare ha anche presentato, a sua firma, un pacchetto di emendamenti “Pfas zero” nella revisione della direttiva sulle acque potabili, recependo pienamente le indicazioni dei sindaci e delle associazioni di cittadini. Ha poi fatto il punto sull’iter parlamentare della nuova Direttiva Ue…

“Lunedì 10 settembre – ha detto – a Strasburgo ci sarà un meeting straordinario, della commissione Ambiente e sanità pubblica, nel quale saranno votati gli emendamenti e il testo della nuova direttiva. Dopodiché, salvo clamorosi cambiamenti, il testo uscito dalla commissione approderà al voto finale del Parlamento Europeo, tra lunedì primo e giovedì 4 ottobre”.

“Abbiamo un’occasione storica – ha poi concluso Bizzotto – per scrivere una Direttiva europea che sia veramente a tutela della salute pubblica, dell’ambiente e dell’acqua, e noi della Lega, con gli emendamenti presentati e il lavoro fatto per limitare i Pfas, siamo i più forti sostenitori della difesa del nostro territorio. Vedremo in queste settimane cosa faranno invece gli altri partiti e gruppi politici, in particolare Popolari (Forza Italia) e Socialisti (Partito Democratico), che sono i più numerosi. Appoggeranno i miei emendamenti di Pfas a zero o cederanno alle pressioni delle lobby della chimica e delle multinazionali?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità