Breaking News

Asiago racconta le storie della Grande Guerra

Asiago – Le storie della Grande Guerra protagoniste ad Asiago, in questi giorni nell’evento dal titolo “Asiago: l’anno della vittoria e della pace”, tre giornate, dal 3 al 5 agosto, organizzate dal comune, per immergersi nell’atmosfera del fronte. Merita ricordare che l’Altopiano è stato l’unico territorio abitato ad essere stato coinvolto dagli scontri per 41 mesi, ovvero l’intera durata del conflitto. “Un emozionante racconto corale – spiegano gli organizzatori dell’evento -, che parla di lunghe veglie al gelo, volti scavati dal terrore, ma anche di brevi momenti di sollievo”.

“E’ l’esperienza irripetibile che ha sconvolto un’intera generazione perduta celebrata da Vera Brittain, sorella di un capitano caduto sull’Altipiano, nel suo Testament of youth. Tra di loro, anche un giovanissimo Ernest Hemingway, autista di ambulanze, ancora sconosciuto. Sarà anche attraverso le loro parole che ci si inoltrerà in un territorio oscuro ed affascinante, al confine tra vita e morte, raccontando anche il contesto più ampio, quello strategico degli opposti schieramenti. Pagine di storia che prendono vita, e si rivelano nell’intreccio di storie minori e individuali, tra testimonianze materiali e immateriali”.

Accanto alle conferenze storiche e alle visite al Sacrario di Asiago, all’Ecomuseo della Grande Guerra, e dei luoghi interessati dalle ultime battaglie del 1918, come la battaglia dei Tre Monti e la battaglia del Solstizio, la manifestazione prevede spettacoli, concerti musicali e rappresentazioni teatrali, tra le quali i “Tamburi di Pace”, di Paolo Rumiz, letture intervallate da musiche di Mahler, Borodin, Čajkovskij, Elgar, Rachmaninov, Sibelius e Strauss. Il programma completo è disponibile sul sito www.asiago.to.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *