Breaking News
Villa Badoer, a Fratta Polesine, colpita da un nubifragio che ha danneggiato il muro di cinta - Foto di Marcok (CC BY-SA 3.0)
Villa Badoer, a Fratta Polesine. Un nubifragio ne ha danneggiato il muro di cinta - Foto Marcok (CC BY-SA 3.0)

Ville Venete, 1,6 milioni per i danni da maltempo

Venezia – I proprietari delle ville venete colpite dagli eventi calamitosi di questa pazza estate possono contare su un aiuto in più. Si tratta di un contributo a fondo perduto, dell’Istituto regionale per le ville venete, per interventi di ripristino dei danni subiti, fino ad un importo ammissibile di 150 mila euro. Il contributo potrà coprire fino al 30 per cento della spesa ammessa, percentuale che sale al 50 per cento se l’immobile è di proprietà pubblica o è gestito da un ente pubblico. Ricordiamo che sono oltre 1800 le ville venete vincolate, disseminate su tutto il territorio regionale.

“L’istituto regionale ville venete – ha spiegato l’assessore regionale alla cultura Cristiano Corazzari – ha pubblicato proprio in queste settimane i  bandi per mutui e contributi a cui possono accedere i proprietari. La somma complessiva a bilancio ammonta a oltre 1,6 milioni di euro, dei quali 210 mila riservati a contributi a fondo perduto per quei proprietari che affrontano interventi di riparazione a seguito di danni provocati da calamità naturali, oppure che necessitano di interventi di restauro”.

“E’ una opportunità da conoscere e da cogliere – ha aggiunto l’assessore – in una stagione di severo contingentamento delle risorse pubbliche. Penso a immobili prestigiosi come Villa Badoer, a Fratta Polesine, colpita dal nubifragio del 16-17 luglio che ha danneggiato il muro di cinta: il bando dell’Istituto regionale ville venete potrà dare una mano al ripristino del monumento palladiano, a beneficio dell’intero territorio polesano”.

Sono tre i bandi pubblicati dall’Istituto regionale per le ville venete: uno per mutui di durata quindicennale per interventi di manutenzione e restauro, che prevede finanziamenti fino a 300 mila euro (tetto elevabile a 500 mila euro nel caso di lavori eccezionali), e due per contributi a fondo perduto. L’Irvv, attualmente commissariato dalla giunta regionale, ha previsto un bando ad hoc per interventi di riparazione dei danni provocati da calamità naturali, con contributi a fondo perduto fino a 45 mila euro. Le domande dovranno pervenire entro il 31 ottobre 2018. I bandi o e le condizioni di accesso sono consultabili nel sito www.irvv.net.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *