Vicenza, sale la tempesta sul concorso ai Musei Civici

Vicenza, è bufera sul concorso ai Musei Civici

Vicenza – C’è aria di tempesta sui Musei civici di Vicenza, per un concorso pubblico per il ruolo di istruttore direttivo sulla cui regolarità sta indagando la Guardia di Finanza. In realtà l’indagine era già stata avviata nel novembre dello scorso anno e aveva visto coinvolto il direttore dei musei Vicentini  e membro del cda della Fondazione Roi, Giovanni Carlo Federico Villa, storico dell’arte e museologo, indagato per abuso d’ufficio. Il concorso in questione era stato bandito dal Comune di Vicenza, e Villa era membro della commissione d’esame.

Giovanni Carlo Federico Villa
Giovanni C. F. Villa

Alla fine era risultata vincitrice la ricercatrice Chiara Signorini, che già aveva collaborato con Villa, alcuni anni fa, alla Fondazione Roi. Il sospetto degli investigatori è che la ricercatrice sia stata favorita rispetto agli altri concorrenti, accuse che Villa ha comunque sempre respinto. La Guardia di Finanza ora sta approfondendo, e ieri si è presentata negli uffici comunali interessati per acquisire la documentazione riguardante il concorso.

Ci sarebbero anche nuove accuse, in particolare quella di rivelazione di segreto d’ufficio, a carico di Villa, e quelle mosse ad una dirigente comunale di Vicenza, del settore cultura, Loretta Simoni, come presidente della commissione d’esame del concorso. Sembra infatti che la concorrente vincitrice abbia ricevuto in anticipo le domande che le sarebbero stata fatte all’esame. I finanzieri hanno anche fatto delle perquisizioni nelle abitazioni degli indagati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *