Breaking News

Vicenza, Rucco presenta le linee programmatiche

Vicenza – Un documento suddiviso in 12 aree di intervento, ciascuna caratterizzata da obiettivi e azioni concrete. Sicurezza e mobilità, ma anche sociale, cultura, innovazione e quartieri, le priorità, con un orientamento costante all’ascolto dei cittadini. Sono queste le principali caratteristiche delle Linee programmatiche di mandato 2018 – 2023, elaborate dal sindaco Rucco e dalla giunta e inviate stamane a tutti i consiglieri comunali.

“Si tratta di un documento – ha detto il sindaco – che traduce in atto programmatico il lavoro avviato durante la campagna elettorale in team con la maggioranza. La sua struttura è snella, semplice e sintetica. Abbiamo voluto dire da subito e con estrema chiarezza cosa vogliamo fare, in modo che chiunque, nel segno della trasparenza a cui abbiamo dedicato anche un assessorato, possa poi verificare con facilità i risultati effettivamente raggiunti. Anche questo fa parte dello stile che adotteremo nella nostra azione di governo: esso sarà nuovo, fuori dal Palazzo, tra la gente. E sarà sempre orientato all’ascolto, al dialogo e alla qualità del servizio al cittadino. Questo vuol dire guardare la città con gli occhi dei cittadini”.

Nel dettaglio, il documento declina in obiettivi e azioni l’area della sicurezza, delle infrastrutture, del territorio, delle risorse economiche, delle risorse umane, della trasparenza, della famiglia e della comunità, della formazione, delle attività produttive, delle attività culturali, delle attività sportive e della partecipazione.

Oggi i presidenti dei gruppi consiliari hanno ricevuto il documento e potranno proporre modifiche che il sindaco potrà a suo giudizio. Poi le linee programmatiche saranno votate dal consiglio comunale, che si terrà presumibilmente il 24 luglio”.

“Mi rendo perfettamente conto – ha concluso Rucco – dei vincoli dati dalla burocrazia e di bilancio, ma il nostro impegno di amministratori sarà massimo per andare dritti ai problemi e cercare di risolverli. Mi auguro che questo, d’ora in avanti, sia l’obiettivo di tutti anche in consiglio comunale. Quello che ci chiedono i cittadini, infatti, è meno ideologia e più risposte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *