Breaking News

Vicenza, forze in campo contro gli incendi boschivi

Vicenza – Riunione in Prefettura, a Vicenza, nei giorni scorsi, nel corso della quale sono state illustrate le disposizioni contenute nella direttiva emanata dal presidente del Consiglio dei ministri  sulla “Campagna estiva antincendio boschivo 2018. Individuazione dei tempi di svolgimento e raccomandazioni per un più efficace contrasto con gli incendi boschivi, di interfaccia ed ai rischi conseguenti”. Si è parlato anche delle modalità attuative emanate con circolari del gabinetto del ministro dell’Interno e del Dipartimento della pubblica sicurezza.

All’incontro hanno partecipato i rappresentanti delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco, della Regione Veneto, della Provincia di Vicenza, dei comuni con popolazione superiore ai 15 mila abitanti, del compartimento Anas di Venezia, della società Vi.abilità, della Centrale operativa provinciale del Suem 118, della Ulss 7 Pedemontana di Bassano del Grappa, Sono stati affrontati gli aspetti più rilevanti contenuti nella direttiva e nelle circolaria citate, dato che la materia della prevenzione e del contrasto agli incendi boschivi, governata da una pluralità di livelli di competenze, richiede una costante azione sinergica e coordinata.

“In particolare, – spiega la Prefettura di Vicenza – pur dandosi atto dell’incremento positivo delle precipitazioni metereologiche nel periodo settembre 2017-maggio 2018 rispetto alla stagione precedente e del conseguente minor numero di incendi boschivi nei mesi invernali, è stato rinnovato l’invito a mantenere alto il livello di attenzione sul fenomeno, in considerazione anche del fatto che la crescita della vegetazione, assieme a prolungate condizioni meteoclimatiche favorevoli all’innesco ed alla propagazione del fuoco, potrebbe fornire un importante contributo al carico di combustibile”.

Il prefetto, Umberto Guidato, nell’ottica di potenziamento dell’attività di prevenzione e contrasto al fenomeno, ha evidenziato la necessità di “intensificare l’opera di controllo da parte delle forze dell’ordine e delle polizie locali, anche per la specifica finalità della prevenzione degli incendi dolosi, prevedendo, da un lato, eventuali interventi per l’evacuazione di centri abitati, insediamenti, infrastrutture ed impianti turistici, anche temporanei, minacciati dall’incendio, e, dall’altro, per il controllo della viabilità, specie nei casi di possibile interruzione temporanea del traffico, finalizzata alla delimitazione dell’area interessata dall’evento calamitoso”.

Le società e gli enti che gestiscono la mobilità verranno comunque ulteriormente sensibilizzati “per gli interventi di rispettiva competenza al fine di assicurare la tempestiva informazione su eventuali problemi di viabilità e percorribilità dei tratti di competenza che dovessero essere interessati da particolari situazioni di criticità derivanti da incendi boschivi in prossimità delle arterie, con possibili gravi ripercussioni sul traffico”.

“Ulteriore sensibilizzazione – conclude la Prefettura – sarà rivolta ai comuni, in particolare, laddove sono presenti campeggi o strutture di ricettività, adiacenti a zone boschive, per l’adozione di ogni utile intervento, allo scopo di evitare l’innesco e la propagazione di incendi,  affinchè procedano alla manutenzione e pulizia delle strade di competenza e delle aree di sosta attrezzate nonché all’istituzione e all’aggiornamento del catasto delle aree percorse dal fuoco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *