Schio, sparo nel piazzale delle corriere, ma è a salve

Schio – Attimi di paura, a Schio, intorno all’ora di pranzo, nel piazzale delle corriere. Mancavano infatti pochi minuti alle 13 quando un cittadino scledense ha chiamato il numero di emergenza 112 per segnalare una sparatoria in quella zona di Schio. Immediato il dispiegamento di forze da parte della Compagnia carabinieri, che ha subito circondato con diverse pattuglie la zona interessata. Uno sparo in effetti c’era stato, ma per fortuna era a salve.

Si è trattato soprattutto di una intimidazione, un minaccia, nei confronti di ragazzo di 17 anni, che ha raccontato di essere stato avvicinato da alcuni stranieri che lo hanno insultato. Al culmine della discussione uno di questi giovani lo ha minacciato di morte, estraendo anche una pistola, poi rivelatasi finta ma senza tappo rosso esterno, ed  esplodendo un colpo nella sua direzione. La scena è stata notata anche da alcuni passanti.

L’intervento tempestivo dei carabinieri, e la conoscenza delle dinamiche criminali giovanili scledensi, ha permesso di individuare e fermare subito i responsabili dell’accaduto. Sono un 25enne marocchino già conosciuto dalle forze dell’ordine, E.M. le sue iniziali, e poi T.E., un 20enne scledense anche lui noto, B.M., 19enne marocchino, e R.E., 17enne kossovara.

Al termine degli accertamenti sono stati sequestrati l’imitazione a salve di una pistola semiautomatica tipo Beretta 92Fs, senza tappo rosso, ed un bossolo che è stato trovato nel luogo dell’aggressione. I responsabili sono stati denunciati alla magistratura berica per i reati di minaccia in concorso, accensioni ed esplosioni pericolose .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *