Breaking News

Italia e Brasile, missione conclusa a Nova Bassano

Nova Bassano – Sta proseguendo la missione in Brasile, a Nova Bassano, nello stato di Rio Grande do Sul, degli amministrati comunali di Bassano del Grappa. Si concluderà oggi, 31 luglio, ma ha vissuto, domenica 29 luglio, la sua giornata più importante, con il rinnovo del gemellaggio tra le due città. Nel palasport di Nova Bassano, davanti a quasi duemila persone il sindaco della città veneta ed il suo omologo di quella brasiliana hanno in trealtà siglato un nuovo Gemellaggio, che riprende e rilancia quello firmato più di sessant’anni fa, nel 1957.

“Tutti i numerosi presenti – ha sottolineato nell’occasione Poletto – dimostrano i sentimenti di attaccamento alla storia dei loro antenati e all’Italia che, nell’arco di quattro generazioni, non sono venuti meno. Noi siamo qui per dimostrare che anche in Italia non ci si è mai dimenticati dei tanti bassanesi che, partiti dalla miseria, hanno costruito nel Brasile del sud, paesi e città prospere e felici. La firma di oggi testimonia un rapporto fraterno che dura nel tempo e che vogliamo diventi patrimonio anche dei nostri figli affinché rimangano legati ai discendenti degli italiani emigrati in Brasile”.

Molto sentito da tutti i presenti è stato lo spettacolo del gruppo Le arti per via, che ha fatto rivivere i mestieri dei genitori, dei nonni e dei bisnonni di tutti i presenti di Nova Bassano.  “Se anche il tempo e le distanze possono sembrare insuperabili – ha aggiunto l’assessore bassanese Vernillo – oggi abbiamo visto invece che quando si ha il cuore aperto all’incontro e alla condivisione della propria storia, queste distanze vengono annullate e si può vivere insieme un momento dove Bassano del Grappa e Nova Bassano sembravano una sola comunità”.

Ieri lunedì 31 luglio, presso l’istituto Padre Pietro Colbacchini di Nova Bassano è stato siglato un importante patto di amicizia e collaborazione tra l’istituto scolastico brasiliano e gli istituti scolastici comprensivi di Bassano del Grappa.  Il patto intende offrire agli studenti una crescita culturale ed umana che li aiuti ad uscire dai confini e ad aprirsi verso culture e tradizioni diverse, promuovere scambi relazionali potenziando le proprie strumentalità linguistiche anche attraverso i nuovi mezzi digitali.  A ricordo di questo patto e con l’auspicio che possa crescere da qui in avanti, è stata messa a dimora nel giardino della scuola una pianta.

Un momento importante della giornata di ieri è stato quello che ha visto la delegazione di Bassano del Grappa, recarsi in visita alla scuola della Apae di Nova Bassano, fondata nel 1986 grazie all’intervento di un gruppo di bassanesi guidati dall’ex sindaco Antonio Basso ed intitolata ai genitori dello stesso, Giuditta ed Andrea Basso. In questa scuola si svolgono attività formative, riabilitative ed educative per bambini, ragazzi, uomini e donne affetti da disabilità.  “Il sindaco Antonio Basso . ha ricordato Poletto – è stata sicuramente la persona che più di tutte ha profuso impegno e risorse per rinsaldare il legame con Nova Bassano. Ancor oggi la sua personale generosità offre opportunità di terapia, apprendimento e aggregazione a decine di ragazzi e ragazze diversamente abili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *