Confagricoltura: “Buona la vendemmia 2018”

Vicenza – Si prospetta un’ottima vendemmia quest’anno per il territorio vicentino, con uve di qualità e una buona produzione, grazie ad un andamento climatico favorevole che ha permesso la giusta maturazione delle uve. La raccolta dovrebbe partire, come avvenne l’anno scorso, intorno al 24 o 25 agosto per le uve precoci, come il Pinot grigio, e qualche giorno dopo per il Prosecco.

“Temevamo delle ripercussioni sulle vigne a causa delle gelate del 2017 – ha spiegato Andrea Cavazza, dei viticoltori di Confagricoltura Vicenza -, invece le piante hanno reagito e sta andando tutto molto bene, con quantità e qualità buone grazie a una situazione idrica perfetta nelle fasi fondamentali per il vigneto, e al giusto sole per la maturazione. Solo il Pinot grigio ha un po’ rallentato, forse a causa delle alte temperature. Molto bene invece lo Chardonnay, che è un po’ precoce rispetto al 2017, il Prosecco, e anche i rossi, che hanno beneficiato del sole. Siamo contenti anche del Durello, che è in fase di espansione grazie a una doc che sta lavorando molto bene”.

Infine, non può mancare un cenno, da parte della associazione di categoria, sulla controversa questione della reintroduzione dei voucher. Con la vendemmia alle porte infatti, la speranza di Confagricoltura è che il governo riesca a introdurli entro il 20 agosto, per consentire alle aziende di attrezzarsi ed usarli.

“Il contratto di prestazione occasionale è costoso, burocratico e complicato – sottolinea Cavazza -. Le nostre aziende sono restie a utilizzarlo, in quanto aggiunge un carico burocratico che comporta un grande dispendio di tempo ed è causa di ulteriori costi. Ci auguriamo che si torni a un sistema ottimale e flessibile, tarato sulle attività stagionali, che possa andare bene a più settori dell’agricoltura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *