Breaking News

Voto a Vicenza, estrema destra alla finestra

Vicenza – Riceviamo e pubblichiamo l’intervento che segue, del Movimento Italia Sociale di Vicenza, il cui portavoce Gian Luca Deghenghi fa chiarezza sulla posizione del gruppo di estrema destra nelle imminenti elezioni comunali in città…

*****

Il Mis Vicenza non è impegnato in alcun modo nelle elezioni del prossimo 10 giugno, non sarà presente con il proprio simbolo sulla scheda elettorale e non esprimerà candidature in altre liste. Nessuno tra i candidati a sindaco riscuote il nostro interesse e siamo indifferenti alle chiacchiere propagandistiche dei due principali concorrenti, Otello Dalla Rosa e Francesco Rucco. Ci teniamo a chiarire il nostro disimpegno, che riteniamo, comunque, di scarso interesse per la maggioranza degli elettori, soprattutto per smentire le voci su una presunta strategia di alcune frange della destra cittadina impegnate a far veicolare propri candidati dalla coalizione pro Rucco.

Per quanto ci riguarda, non avendo aderito a fantomatici percorsi di redenzione, che qualcuno sembra aver imposto per rendere presentabili determinate candidature, abbiamo accettato serenamente di rimanere isolati ed esclusi dalle liste. L’opportunismo non è nelle nostre corde. Ci chiamiamo fuori da una campagna elettorale deprimente per toni e contenuti, all’insegna del moderatismo a tutti i costi e della mediocrità, che non produrrà, quale che sia l’esito del voto, la svolta politica necessaria ad una città in costante discesa verso il degrado e fortemente provata sotto il profilo sociale ed economico.

Nessun pericolo di derive fascistoidi a Vicenza, dunque, a meno di voler dar credito al ridicolo dossier che vorrebbe alcune liste di centrodestra pullulanti di nazifascisti. Il nostro unico rammarico rimane quello di non essere riusciti, con le nostre sole forze, ad offrire un riferimento elettorale a quanti si riconoscono nel nostro sistema di valori e nella nostra azione politica, e che si troveranno a votare, come si suol dire, turandosi il naso. Anzi, dopo le sperticate prese di distanza del centrodestra dal nostro mondo, dovranno recarsi ai seggi con la maschera antigas.

Gian Luca Deghenghi – Movimento Italia Sociale Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *