Vicenza, “Effetto Mozart” al Teatro Olimpico

Vicenza – Si intitola “Effetto Mozart” il terzo concerto delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza, in programma per sabato 16 giugno, alle 21. Ad introdurre la serata e l’ascolto, alle 19.30, nell’Odeo dell’Olimpico, sarà una conversazione tra Sonig Tchakerian e Cesare Galla, giornalista e critico musicale. Il programma della serata, che conclude l’integrale dei concerti per violino e orchestra di Mozart iniziato l’anno scorso, prevede il Concerto Kv 207 in Si bemolle maggiore, l’Adagio Kv 261 in Mi maggiore e il Concerto Kv 219 in La maggiore.

Sonig Tchakerian sarà violino solista e concertatore, l’orchestra è quella di Padova e del Veneto, da tempo partner d’elezione nei progetti delle Settimane Musicali vicentine. Saranno eseguite le cadenze dei concerti composti da Giovanni Sollima e dedicate a Sonig Tchakerian.

“Sono cinque i concerti che Wolfgang Amadé Mozart dedica al violino si legge nella presentazione della serata -, strumento che lui stesso suonava, e vedono la luce nel corso del 1775, ai tempi in cui il diciannovenne compositore rientrava da Monaco di Baviera, dove si era recato per l’allestimento dell’opera buffo-sentimentale La finta giardiniera“.

I”l Concerto per violino e orchestra Kv 207, la cui stesura potrebbe retrodatarsi al 1773, venne eseguito in pubblico per la prima volta il 15 agosto 1777 a Salisburgo e riproposto il 9 luglio 1779. Sul finire del 1775 cade l’ultimazione del Concerto per violino e orchestra in La maggiore Kv 219, considerato come il maggiore dei cinque concerti e forse il più eseguito. In esso lo strumento solista viene trattato con maestria e la bellezza melodica, la contrapposizione dei singoli movimenti, l’uso disinvolto delle possibilità espressive dello strumento vengono portate ad alti livelli artistici. Dopo questa partitura, Mozart non si cimenterà più in composizioni per violino e orchestra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *