lunedì , 26 Luglio 2021

Vicenza, c’è “Riprenditi la vita”, contro l’ictus cerebrale

Vicenza – Arriva a Vicenza la terza edizione di “Riprenditi la vita”, la campagna informativa sulla Fibrillazione atriale e sull’importanza di tenerla sotto controllo per evitare ictus invalidanti, organizzata da Alice Italia onlus, ovvero l’Associazione per la lotta all’ictus cerebrale. Venerdì 8 giugno, dalle 10 alle 18, in Piazza Castello verrà allestito uno stand, messo a disposizione dalla Protezione civile, all’interno del quale il pubblico potrà usufruire gratuitamente di uno screening qualificato di pressione arteriosa e fibrillazione atriale, realizzato con il  supporto di neurologi e personale infermieristico locale, oltre che dai volontari di Alice Veneto.

Il tour informativo, che ha ottenuto il patrocinio dell’Italian Stroke Organization , della Società italiana di medicina generale, della Società italiana di neurologia e della Società neurologi ospedalieri, toccherà dieci città italiane, concludendosi a Roma il prossimo 29 ottobre, data in cui si celebra la Giornata mondiale contro l’ictus cerebrale. Obiettivo della campagna è quello di estendere il messaggio di prevenzione all’intera popolazione, portandolo sul territorio, grazie alla collaborazione con le associazioni locali. La prevenzione infatti, anche in Veneto, è quanto mai importante

“Ogni anno, nella nostra Regione si verificano circa novemila nuovi casi di ictus –  spiega il presidente di Alice Veneto onlus, Paola Regazzo -. Il Veneto si conferma un’eccellenza, un punto di riferimento nella cura dell’ictus. Intervenire precocemente, riconoscendo tempestivamente i sintomi, è fondamentale, ed è necessario chiamare immediatamente il 112 in modo da poter arrivare velocemente in ospedale. In questo modo è possibile ridurre il rischio di mortalità ma soprattutto gli esiti di disabilità, spesso invalidanti, causati da questa malattia. L’ictus è una patologia tempo dipendente: i risultati finali della terapia dipendono, infatti, dalla precocità con cui si interviene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità