Breaking News

Sportelli Informalavoro nei comuni veneti

Venezia – Un progetto di legge per promuovere gli sportelli Informalavoro nei comuni di tutto il Veneto. E’ stato depositato in consiglio regionale dai consiglieri del gruppo di Fratelli d’Italia, Massimiliano Barison e Sergio Berlato, per una iniziativa che riprende la positiva esperienza maturata nella provincia di Padova dal 2009 al 2015. All’epoca, l’assessorato provinciale al lavoro promosse sportelli informativi sul mondo del lavoro coinvolgendo una decina di comuni del territorio e firmando con essi una convenzione.

“Quella esperienza – ricordano Barison e Berlato – fu purtroppo interrotta dal cambio della normativa statale, con la riforma Delrio, (legge 56 del 7 aprile 2014) che impose il trasferimento delle competenze provinciali alla Regione, compresa la gestione del personale dei centri per l’impiego. I comuni padovani coinvolti nel progetto hanno più volte manifestato, in questi anni, il rammarico di non aver potuto continuare a dare un servizio così importante per i loro cittadini”.

“Valutando che il progetto – continuano -, ben sperimentato nel padovano, poteva essere ripreso in ambito regionale e replicato in tutto il Veneto, si è così pensato di introdurre alcune modifiche in questo senso alla legge regionale numero 3 del 13 marzo 2009, Disposizioni in materia di occupazione e mercato del lavoro. Il progetto di legge in questione quindi ben si inserisce nell’ambito della programmazione e nello sviluppo continuo di azioni in materia di politiche attive del lavoro”.

I due consiglieri regionali spiegano che gli sportelli Informalavoro avranno il compito di facilitare e promuovere l’incontro tra domanda e offerta. Le amministrazioni comunali che aderiscono, sia in forma singola o associata, dovranno mettere a disposizione gli spazi per gli sportelli in ambienti pubblici accessibili alla cittadinanza e, soprattutto, il personale preposto al servizio. La Regione Veneto invece dovrà garantire l’addestramento di questo personale attraverso la formazione, l’aggiornamento e l’accesso alla rete

Il compito di questi sportelli prevede l’accoglienza e l’informazione, l’orientamento di base, specialistico ed individualizzato, con analisi delle competenze in relazione alle richieste del mercato. saranno d’aiuto nella ricerca di un’occupazione e accompagneranno al lavoro, ma daranno anche informazioni su attività di formazione, riqualificazione, inserimento e anche avvio di impresa autonoma. Lo schema di convenzione da stipulare con i comuni per l’istituzione di questi sportelli verrà definito con una collaborazione con l’agenzia regionale Veneto Lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *