Candidati sindaci al mercato di Campagna Amica, di Coldiretti Vicenza
Candidati sindaci al mercato di Campagna Amica, di Coldiretti Vicenza

Rucco sindaco, soddisfazione dal mondo agricolo

Vicenza – “Semplicità e spontaneità probabilmente hanno premiato. I cittadini sono stanchi delle campagne elettorali imbastite in maniera rigorosa ed in cui ogni singola apparizione dei candidati è studiata nei minimi particolari.  Auspichiamo che la vittoria di Francesco Rucco, sindaco di Vicenza al primo turno, segni un cambiamento. Di certo non è positiva la scarsa affluenza alle urne nella città capoluogo, con poco più del 55% dei votanti. Analogamente le oltre 700 schede tra bianche e nulle fanno comprendere che la modalità di voto non è stata compresa da tutti”. Con queste parole il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola, commenta i risultati delle recenti amministrative nella città di Vicenza. Il distacco di cinque punti tra i due candidati favoriti: Dalla Rosa (45,87%) e Rucco (50,64%), al primo turno, indica una chiara decisione dei vicentini che si sono recati al voto, al punto da non rendere necessario il ballottaggio.

“Il sindaco Rucco – continua Cerantola –, nell’ultimo weekend che ha preceduto le elezioni, ha visitato con interesse il mercato coperto di Campagna Amica e ci siamo a lungo confrontati sull’importante ruolo dell’agricoltura in città. L’allora candidato alla carica di sindaco del capoluogo ha manifestato un interesse ed una sensibilità particolari per la vendita diretta e non ha mancato di far presente l’esigenza di riqualificare Vicenza a partire dai quartieri, considerando la vendita diretta, quindi i mercati, come un volano da non trascurare”. Coldiretti Vicenza, dal canto suo ha ricordato che il proprio progetto di rilancio associativo ha preso il via nel 2000, con il patto per il consumatore e l’impegno prosegue con al centro i cittadini, le cui istanze coincidono con quelle del mondo agricolo: tutela dei prodotti e del territorio, tracciabilità e produzioni locali. Francesco Rucco, di fronte ai produttori che hanno apprezzato la sua visita, è stato chiaro

“L’agricoltura in città – aveva detto Rucco in quella occasione – ha un valore fondamentale e significa anche tutelare le aree verdi, oltre che azzerare il consumo ulteriore di suolo. Valorizzare e riqualificare i quartieri anche attraverso i mercati come quello coperto di Coldiretti è fondamentale se si ha a cuore la città e la vivibilità per la stessa da parte dei cittadini. Rispetto all’utilizzo dell’area dell’ex Camera di commercio, in cui sorge questo splendido mercato, credo sia decisamente discutibile l’ipotesi di Dalla Rosa di spostare degli uffici comunali. Bisogna riprendere in mano la città e lavorare anche in team con le categorie per ascoltare il mondo imprenditoriale e dare risposte che pure i cittadini attendono”.

Positivi secondo Coldiretti anche i rinnovi delle altre amministrazioni locali del Vicentino. A Barbarano-Mossano l’elezione di Cristiano Pretto è stata schiacciante (69,95%), così come a Castelgomberto per Davide Dorantani (56,90%), a Chiampo per Matteo Macilotti (90,24%), ad Enego per Ivo Boscardin (66,58%), a Quinto Vicentino per Renzo Segato (56,46%), a Rossano Veneto per Morena Martini (70%). Buon distacco tra i candidati anche a a Bolzano Vicentino per Daniele Galvan (41,68%), a Recoaro Terme per Davide Branco (39,31%) ed a Marostica, dove il giovane Matteo Mozzo è diventato sindaco con il 33,78%. “Auguro a tutti i sindaci eletti un buon lavoro – ha concluso Cerantola -, con l’auspicio che venga riconosciuta un’attenzione particolare al mondo agricolo, che significa anche rispetto e tutela del territorio, promozione dei prodotti, quindi del turismo e, naturalmente, valorizzazione dell’economia locale”.

Anche Confagricoltura Vicenza si è subito congratulata con il nuovo sindaco di Vicenza. Lo ha fatto il suo presidente, Enrico Pizzolo, ricordando che lui stesso ha condiviso con Rucco acune esperienze legate all’attività sindacale giovanile, “Ci siamo conosciuti alcuni anni fa – ha detto Pizzolo -, quando io ero rappresentante provinciale dei giovani di Confagricoltura e lui consigliere comunale. Insieme abbiamo partecipato a molti incontri, costruendo un proficuo rapporto di dialogo e di collaborazione. Siamo anche entrambi tifosi del Vicenza Calcio, tra l’altro. Da questo rapporto di cordialità e stima reciproca ci auguriamo possa nascere un proficuo rapporto di collaborazione su tutte le iniziative e le problematiche legate al mondo dell’agricoltura e alla città di Vicenza. In particolare, auspichiamo un coinvolgimento per tutto ciò che riguarda le infrastrutture che interessano il futuro del territorio, dalla Tav alle ferrovie, che saranno di importanza primaria per le attività economiche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *