Breaking News
Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

L’Italia ha un Governo. Erika Stefani ministro

Roma – Dopo quasi tre mesi l’Italia è uscita dalla stallo. C’è un nuovo governo, frutto di una alleanza certamente difficile tra Lega e Movimento 5 Stelle, la cui nascita ha risparmiato all’establishment del Bel Paese lo smacco di dover ritornare alle urne, consegnando alla storia una legislatura non partita e durata pochi mesi. Viene da chiedersi se nella nascita di questo governo ci siano davvero i semi del cambiamento, come tutti speriamo, o si sia soltanto salvata la faccia. Non possiamo che attendere, comunque fiduciosi.

Erika Stefani
Erika Stefani

Quanto alla cronaca, come tutti sanno, a guidare l’esecutivo c’è Giuseppe Conte, un giurista, docente universitario ed avvocato civilista che sarà affiancato da due vicepresidenti assai politici ed assai “pesanti”: Luigi Di Maio e Matteo Salvini. I leader delle die forze politiche che sostengono il governo ed hanno la maggioranza in Parlamento, hanno due dicasteri importanti: Lavoro e  sviluppo economico a Di Maio e il Ministero dell’interno a Salvini. E’ un governo snello, composto da diciotto ministri in tutto, cinque dei quali sono donne.

Ed a questo proposito salutiamo con piacere la presenza di un ministro vicentino, una donna per altro. E’ Erika Stefani, nuovo ministro degli affari regionali e delle autonomie. Avvocato di 46 anni, volto molto conosciuto della Lega, la Stefani è nata a Valdagno ed è in politica dal 1999, quando cominciò come consigliere comunale di Trissino. Eletta al Senato nel 2013, è stata riconfermata il 4 alle elezioni politiche del 4 marzo scorso. Come amministratore comunale, è stata vicesindaco e assessore all’urbanistica ed edilizia privata mentre negli anni seguenti, in Parlamento, ha fatto parte della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari.

Quanto al Ministero dell’economia, tassello sul quale si è rischiata una storia frana istituzionale nei giorni scorsi, quando dal capo dello Stato  fu bloccata, sul nome di Paolo Savona la nascita del nuovo governo, si è risolto con la nomina a questo dicastero di un altro economista, Giovanni Tria. Anche Savona comunque è nell’esecutivo, nel ruolo di ministro degli affari europei. Il Governo, nel suo complesso, si presenta piuttosto ricco di tecnici, sebbene sia indiscutibilmente politico. Su diciotto membri sono sette (compreso il presidente del Consiglio) gli indipendenti, non politici nunque, per lo più provenienti dal mondo dell’università. Sette sono i ministri di area 5 Stelle e cinque quelli di area Lega. Infine, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, un ruolo chiave, va ricordato, è il leghista Giancarlo Giorgetti.

Ecco la composizione del Governo:

  • Presidente del Consiglio: Giuseppe Conte (Indipendente)
  • Vicepresidente del Consiglio e Ministro dello Sviluppo economico e lavoro: Luigi Di Maio (M5S)
  • Vicepresidente del Consiglio e Ministro degli Interni: Matteo Salvini (Lega)
  • Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: Giancarlo Giorgetti (Lega)
  • Ministro degli Esteri: Enzo Moavero Milanesi (Indipendente)
  • Ministro dell’Economia: Giovanni Tria (Indipendente)
  • Ministro ai Rapporti con il Parlamento: Riccardo Fraccaro (M5S)
  • Ministro degli Affari Europei: Paolo Savona (Indipendente)
  • Ministro della Giustizia: Alfonso Bonafede (M5S)
  • Ministro della Difesa: Elisabetta Trenta (Indipendente)
  • Ministro della Pubblica Amministrazione: Giulia Bongiorno (Lega)
  • Ministro della Salute: Giulia Grillo (M5S)
  • Ministro degli Affari Regionali: Erika Stefani (Lega)
  • Ministro per il Sud: Barbara Lezzi (M5S)
  • Ministro dell’Ambiente: Sergio Costa (Indipendente)
  • Ministro ai Disabili e alla Famiglia: Lorenzo Fontana (Lega)
  • Ministro dell’Agricoltura e del Turismo: Gian Marco Centinaio (Lega)
  • Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture: Danilo Toninelli (M5S)
  • Ministro dell’Istruzione: Marco Bussetti (Indipendente)
  • Ministro dei Beni Culturali: Alberto Bonisoli (M5S)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *