Breaking News
Vicenza

Il de profundis del centro-sinistra italiano

Vicenza – Le ultime elezioni, sia quelle politiche che le più recenti amministrative, ci hanno consegnato un’Italia nella quale la sinistra è sempre più marginale. La maggior parte dei comuni capoluogo di provincia fino a ieri amministrati dal Pd sono passati di mano, e sono ora guidati dal centro destra. Vicenza è uno di questi. Riceviamo e pubblichiamo un breve commento a tutto questo di Luca Fantò,  segretario regionale del Psi del Veneto…

******

Luca Fantò
Luca Fantò

Per Vicenza si apre una nuova stagione, una nuova maggioranza, una nuova giunta. Anche a fronte di quanto sta accadendo nel resto d’Italia, il Psi vicentino esprime la propria preoccupazione.  Il cambiamento non necessariamente deve essere in positivo. Si può cambiare per tornare indietro. Ricordiamo tutti Vicenza dieci anni fa. Era una città diversa da quella che dieci anni di centro sinistra ci hanno lasciato. Più sicura, più bella, più viva. Diversa da ieri, diversa dal passato.

Noi socialisti vicentini non possiamo immaginare un futuro che ci riporti nel passato. Le forze progressiste vicentine devono lavorare, in consiglio comunale e fuori, affinché ciò non avvenga. Noi socialisti vicentini facciamo l’ennesimo appello all’unità delle forze progressiste di Vicenza. E’ necessario che da subito si apra un tavolo in grado di coordinare le azioni del centrosinistra in città. L’opposizione può essere costruttiva solo se unita. Speriamo che stavolta il nostro appello venga ascoltato.

Luca Fantò – Segretario Regionale Psi del Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *