Erika Stefani in una foto tratta dal suo profilo Facebook
Erika Stefani in una foto tratta dal suo profilo Facebook

Gli auguri alla neoministra vicentina Erika Stefani

Vicenza – “Esprimo un caloroso augurio di buon lavoro ad Erika Stefani per l’importante e impegnativo incarico a cui è stata chiamata. Era da 20 anni che un ministro della Repubblica non proveniva dalla terra vicentina. Sono certo che Erika Stefani svolgerà il suo compito nel nuovo governo con competenza, serietà e grande attenzione ai territori. A lei spetterà proprio il delicato incarico di occuparsi dei temi delle autonomie e dei rapporti tra lo Stato e i territori, nell’ottica della sussidiarietà, anche in relazione all’attuazione della riforma delle Province. Come presidente dell’Upi sono fin d’ora a disposizione per dare il mio contributo in una materia di primaria importanza per gli effetti molto concreti che determina sui servizi ai cittadini”.

Sono le parole, affidate ad una nota di auguri quest’oggi, del sindaco di Vicenza, Achielle Variati, e rivolte al nuovo mionistro per i rapporti con le regioni e le autonomie, Erika Stefani, vicentina di Trissino. Una soddisfazione che da Vicenza in realtà, è giunta da più parti, come abbiamo visto, e che da Variati, va sottolineato, arriva in una doppia veste, essendo lui anche Presidente della Provincia.

Soddisfazione per la nascita del governo giallo-verde è stata espressa anche da Mara Bizzotto, capogruppo della Lega Nord al Parlamento europeo, vicentina anche lei, o meglio bassanese. “Alla faccia della Ue, di Juncker, di Oettinger e di tutti quelli che a Bruxelles e a Berlino ci vogliono male – ha dichiarato oggi la europarlamentare -. In Italia è nato il governo del cambiamento che porterà finalmente il nostro paese ad essere protagonista in Europa e nel mondo. Il governo Lega – M5S difenderà gli interessi dell’Italia anche e soprattutto in Europa, affinché non succeda mai più che qualcuno decida sopra la testa dei cittadini italiani”.

“Un ringraziamento speciale – prosegue Bizzotto – va al nostro leader Matteo Salvini, al suo lavoro e alla sua straordinaria visione politica che ha trasformato il nostro sogno in realtà. Un grande in bocca al lupo a tutta la compagine governativa della Lega dove, con nostra grande soddisfazione, trovano posto anche due ministri veneti, con la vicentina Erika Stefani che gestirà l’importantissima partita dell’autonomia della Lombardia e del Veneto”.

Un commento

  1. Bene, ora un Governo sorretto da una maggioranza politica parlamentare può presentarsi in Parlamento e in quella sede srotolare la pergamena programmatica. Dissento da una visione di comodo, un canovaccio trito e ritrito, secondo il quale il bel paese ha dei nemici giurati,storici in Europa, tutto quaesto è fuorvianate, i veri nemici si annidano all’interno del bel paese, qualla intellighenzia atta al “masochismo” di sistema, sintetizzato dal grande Alberto nazionale, nel lungometraggio dal titolo “i Magliari”, girato per l’appunto in Germania, non facciamo il gioco di chi ci vuole veramente male, trovare un nemico di comodo e per ogni stagione non può che creare un muro di nebbia dove il vero nemico si nasconde, pertanto al bando i facili entusiasmi, anche perchè la gente si aspetta dei risultati oggettivi, anche perchè la mappatura del consenso si identifica con le promesse elettorali.
    Cordialità
    Antonio Lanaro
    in quasi fosse una faida la quale il

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *