Breaking News

Calcio, è nato il Lanerossi Vicenza Virtus

Vicenza – Si chiamerà L.R. Vicenza Virtus Spa il nuovo Vicenza, dove, naturalmente, L.R. sta per Lanerossi. E’ dunque arrivata l’ufficialità, nella serata di ieri, giornata nella quale il gruppo Otb di Renzo Rosso ha formalizzato l’acquisto del ramo d’azienda del Vicenza Calcio. La nuova società avrà sede presso lo stadio Menti. Particolarmente evocativo è il nome scelto, con quel Lanerossi che richiama il glorioso passato del club che ha conquistando la Coppa Italia ne 1997, arrivando l’anno dopo in semifinale di Coppa delle Coppe, e che ha disputato 30 campionati in serie A.

Renzo Rosso - Foto Università Ca' Foscari di Venezia (CC BY-NC 2.0)
Renzo Rosso

Paolo Bedin sarà il direttore generale della nuova società calcistica, ed anche il suo nome è ricco di significati. Bedin vanta una lunga esperienza coi colori biancorossi, ma soprattutto, nell’agosto del 2010, è stato nominato direttore generale di Lega B, e dal 2013 anche di B Futura, la società di consulenza che aiuta i club a progettare nuovi stadi e impianti sportivi.

Confermato anche il nome di Werner Seeber nel ruolo di direttore sportivo, dopo la buona prova data nelle ultime sei stagioni alla guida del Bassano. Altrettanto si può dire per l’allenatore, che sarà  Giovanni Colella, già tecnico del Bassano Virtus lo scorso anno ed anche lui artefice di una serie di risultati molto positivi. Dal suo arrivo, in dicembre, il Bassano ha infatti scalato diverse posizioni in classifica.

“Da anni – ha commentato Renzo Rosso – siamo impegnati in progetti di sviluppo economico e sociale a livello locale, e questa operazione ne è un esempio. Credo fortemente nei valori dello sport, il senso di sacrificio, lo spirito di squadra, di aggregazione. La nostra volontà è quella di unire l’intera provincia vicentina in un progetto che ambisce a nuovi importanti successi sportivi. Da oggi inizia un grande lavoro di messa a punto del piano di sviluppo della società, non solo per quanto riguarda la prima squadra ma anche per la costruzione di un grande settore giovanile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *