Breaking News

Crack BpvI, Comune di Vicenza al lavoro

Vicenza – La giunta comunale di Vicenza, nella sua prima riunione, questa mattina, ha incontrato i membri della Commissione regionale veneta sulle banche. L’audizione era stata chiesta dallo stesso sindaco, Francesco Rucco, direttamente all’ufficio di presidenza della Commissione speciale d’inchiesta sui gravi fatti riguardanti il sistema bancario in Veneto.

Obiettivo dell’incontro, a cui ha preso parte l’ufficio di presidenza della commissione, costituito dai consiglieri regionali Sergio Berlato, Antonio Guadagnini e Giovanna Negro, è stato quello di definire in che termini il Comune di Vicenza possa collaborare in modo efficace alla predisposizione delle richieste che saranno presentate dalla Regione Veneto al governo nazionale, tra le quali la costituzione di un fondo di ristoro per le famiglie e le imprese danneggiate.

“La commissione d’inchiesta – ha detto al termine dell’incontro il sindaco – ci ha invitati a produrre una dettagliata relazione tecnica che mappi sia gli effetti sociali sulle famiglie vicentine, sia quelli economici sulle imprese del territorio, causati dal dissesto della Banca Popolare di Vicenza. Il rapporto sarà acquisito dalla commissione nell’ambito dell’attività istruttoria ancora in atto, e darà maggior forza alle richieste che la Regione si appresta a fare al governo. Confermo, inoltre, la decisione del Comune di costituirsi parte civile non appena la Corte di Cassazione avrà deciso in merito alla richiesta di trasferimento del processo”.

“Quanto a quest’ultima – ha concluso Rucco -, auspico che non venga accolta, sia perché non ravvedo l’incompatibilità ambientale invocata dalla difesa, sia perché lo spostamento del dibattimento in una nuova sede, che dovrebbe peraltro attrezzarsi per un processo davvero complesso, rappresenterebbe un ulteriore disagio, anche economico, per i molti azionisti già duramente colpiti dalla vicenda”.

Il rapporto sugli effetti del crollo della Banca Popolare di Vicenza sul tessuto vicentino sarà redatto dall’assessore alla trasparenza Isabella Dotto, che opererà in collaborazione con l’assessore alla famiglia e alla comunità Silvia Maino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *