Beatrice Mautino
Beatrice Mautino

Cosmetici, quanti dubbi! Un incontro a Vicenza

Vicenza – Siamo sommersi da ogni tipo di informazione sui cosmetici. La televisione ci bombarda di pubblicità, le riviste reclamizzano le ultime novità e su internet ci si imbatte di continuo in articoli d’ogni tipo su questo tema. Tuttavia un’informazione attendibile sui prodotti cosmetici in Italia, di fatto, non esiste. Proverà a fare un po’ di chiarezza un incontro, in programma a Vicenza per sabato 16 giugno, organizzato dalla Fondazione Zoé, che ha sede in corso Palladio 36. A parlare sarà Beatrice Mautino, cercando di dare risposta alle tante domande che si fa ci usa prodotti contro le rughe, la cellulite, le creme solari, gli shampoo, le cerette e tanto altro.

Biotecnologa di formazione, la Mautino si occupa da anni di divulgazione scientifica, con una rubrica fissa dedicata ai cosmetici sulla rivista “Le Scienze”, ed è animatrice della community di Facebook “La ceretta di Occam”. Di recente, dopo anni di lavoro sul tema, ha pubblicato per Chiarelettere il libro “Il trucco c’è e si vede”, mettendosi dalla parte di chi entra in un negozio e vuole acquistare prodotti efficaci e non dannosi per migliorare il proprio aspetto e il proprio benessere.

“La cosmetica – ha spiegato – è un mondo complesso fatto di pochissimi punti fermi e molto fumo: a differenza di altri settori, come quello medico o quello alimentare, manca di una vera e propria ricerca indipendente sugli ingredienti e sulla loro efficacia. La maggior parte degli studi è condotta dalle aziende, cosa comprensibile visti i vincoli economici ed etici posti dalla ricerca pubblica e dall’interesse elevato invece, di quella privata”.

Nel suo libro Mautino definisce “infondate le polemiche sulla sicurezza di parabeni, solfati e altri ingredienti, che troviamo indicati come free negli scaffali dei supermercati, quindi tutti i segreti del filone dei senza che oggi va per la maggiore con il proliferare di prodotti che sbandierano gli ingredienti che non contengono”.

Un’attenzione particolare, vista la stagione, sarà dedicata alle creme solari. “Un tema – afferma – su cui il consumatore è molto poco informato.  Nonostante normative rigorose, i produttori confondono le informazioni realmente importanti con lo scientifichese che serve al marketing. Persino sulla la dose consigliata di crema solare abbiamo le idee molto confuse. Per utilizzare la dose ideale, quella con con cui fanno i test, un normale flacone da 200 ml dovrebbe bastare per circa sei applicazioni, e non per tutta l’estate come accade per la maggioranza degli utenti”. L’ingresso all’incontro è libero, fino a esaurimento posti. È consigliata la prenotazione sul sito www.fondazionezoe.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *