Breaking News
Nargis Fakhri
Nargis Fakhri

Bollywood ai Castelli di Romeo e Giulietta

Montecchio Maggiore – I Castelli di Romeo e Giulietta di Montecchio Maggiore sono stati scelti come location italiana di un film Bollywoodiano. A dieci anni dal kolossal “Kambaqt Isq”, ambientato a Villa Cordellina e nel centro di Vicenza, che registrò milioni di spettatori, e dopo altre rapide incursioni della prolifica industria del cinema indiano, Bollywood è infatti tornata a Montecchio Maggiore grazie alla collaborazione del Comune di Montecchio Maggiore, del Ristorante Castelli di Giulietta e Romeo e della Vicenza Film Commission.

Ai castelli sono state girate alcune scene del film “Amavas”, che in indiano significa “eclisse di luna”, del regista Bhushan Patel. La pellicola, prodotta da Viking Media & Entertainment Limited (la produzione esecutiva italiana è invece affidata alla Bmovie Italia di Andrea Boscaro), uscirà a settembre in tutta l’India. L’attore principale è Sachiin Joshi, che è anche co-finanziatore del film insieme alla sua famiglia di imprenditori, mentre l’attrice principale è Nargis Fakhri, modella indo-americana nata a New York da madre ceca e padre pakistano.

L’attrice ha oltre 10 milioni di followers nel suo profilo Facebook, dove ha postato tre foto dal set del castello di Giulietta che sono state subito commentate da migliaia di fans. Nonostante la notizia fosse stata tenuta riservata per consentire lo svolgimento regolare delle riprese, forse proprio grazie ai post, molti indiani residenti a Montecchio Maggiore e dintorni che sono saliti al colle per seguire i ciack.

“Ringrazio la Vicenza Film Commission e il Consorzio Vicenzaè – ha detto il sindaco di Montecchio Maggiore, Milena Cecchetto, – e ringrazio i gestori del ristorante che hanno fornito la massima collaborazione, seppur in tempi strettissimi, ospitando il quartier generale della produzione composta da una trentina di persone tra tecnici, regista, produzione, truccatore, costumiste, parrucchiere, coreografo tutti in trasferta da Mumbai. L’evento non ha ostacolato in nessun modo lo svolgimento della tre giorni di danza al Castello di Romeo, anzi c’è stata anche una fruttuosa collaborazione fra tecnici per il noleggio di una prolunga da 150 metri. Bello vedere questo mix artistico internazionale e questo fermento creativo nei nostri castelli, location ideale per proposte culturali di vario genere dalla danza, al teatro fino alla moda e all’arte in generale”.

La trama del film, infine, combina scene romantiche, come quelle girate ai Castelli, con altre più forti, addirittura horror, come le hanno definite, sull’onda del nuovo corso bollywoodiano. Decisamente internazionali sono i luoghi dove la troupe ha finora girato: da Mumbai a Londra, e appunto in Italia, dove si sviluppa la parte più sweet del film, con ambientazioni sul Lago di Garda, Venezia e Montecchio Maggiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *