Breaking News

Bassano, convalidati i fermi per il raid punitivo

Bassano del Grappa – Sono stati convalidati dall’autorità giudiziaria i fermi operati nei giorni scorsi dai carabinieri di Bassano del Grappa in relazione ai fatti della sera del 20 giugno, quella sorta di resa dei conti, di spedizione punitiva, fra cittadini rumeni, sullo sfondo della quale c’era forse il pagamento del pizzo. Il Pm Giovanni Parolin ha infatti ritenuto di condividere l’operato dei carabinieri presentando i due fermi di iniziativa in convalida, ed il Gip Massimo Gerace ha convalidato il tutto, confermando il carcere per i due fermati, che sono Ioan Popescu e Ion Titus Caldaras.

I carabinieri della Compagnia di Bassano proseguono inoltre nella loro indagine, per delineare il quadro di quello che appare a tutti gli effetti un regolamento di conti fra famiglie avverse, tenendo sempre ben presente come le attività di indagine prendano piede dall’evento violento e dalle dichiarazioni delle parti contrapposte.

“Di certo – spiegano i militari bassanesi – la possibilità di un’attività estorsiva è concreta, fra l’altro operata da soggetti provenienti dalla Romania e giunti nel bassanese per dare man forte e maggiore credito alle dichiarate pretese di denaro. Gli arrestati lamentano di essere stati vittime di analoghe richieste, pur senza poter suffragare il tutto con elementi di fatto o azioni violente nei loro confronti, ma in ogni caso nessuna sfumatura sarà sottovalutata nella piena ricostruzione dei fatti.

“Diversi riscontri emersi portano poi a configurare una premeditazione dell’azione, come i cambi d’abito degli assalitori, riscontrati nel momento della cattura, e l’uso di autovetture intestate a persone estranee ai fatti. La risposta dell’Arma dei carabinieri, grazie alla pronta segnalazione di alcuni cittadini, è stata immediata e con un ingente spiegamento di forze, per scongiurare conseguenze ulteriori e per interrompere sul nascere qualunque possibile idea di risposta violenta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *