Breaking News
L’interno di uno degli alloggi da ristrutturare
L’interno di uno degli alloggi da ristrutturare

Nuovi alloggi di edilizia popolare ad Arzignano

Arzignano – Cinque nuovi alloggi di edilizia popolare presto disponibili ad Arzignano. L’annuncio è arrivato dal vicesindaco ed assessore al sociale, Alessia Bevilacqua, e riguarda l’approvazione del progetto esecutivo degli interventi di manutenzione straordinaria e di recupero di cinque appartamenti. Uno si trova in via San Zeno, un altro in via Puccini  e tre in via Cardina. L’intervento prevede una spesa complessiva di 300 mila euro, 150 mila dei quali provenienti da un finanziamento della Regione Veneto. Per i primi due alloggi su cui si interviene l’importo dei lavori è di 130 mila euro, mentre per gli interventi in via Cardina l’ammontare è di 170 mila euro.

L’operazione è stata resa possibile grazie ad un investimento diretto del Comune di Arzignano di 150 mila euro, sommati ai 150 mila della Regione Veneto stanziati nell’ambito del programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, bando al quale il Comune di Arzignano ha partecipato positivamente.
“Continua il nostro impegno per far fronte alla richiesta di alloggi da parte della popolazione, non solo con un impegno economico diretto, ma anche con un finanziamento regionale che, con determinazione, abbiamo ottenuto ad hoc” dichiara il vicesindaco Alessia Bevilacqua.

“Questi interventi – ha sottolineato l’assessore – permetteranno il recupero di edifici fatiscenti, con un notevole vantaggio sotto il profilo della riqualificazione urbanistica della città. L’impegno del comune è significativo. Fra il 2018 e l’inizio del 2019, le abitazioni assegnate saranno almeno sedici. Oltre alle cinque per le quali è stata approvata la riqualificazione, altri cinque alloggi di edilizia residenziale pubblica e due alloggi Ater sono stati assegnati, o sono in via di assegnazione, e dovrebbe andare a buon fine l’arrivo di altri quattro alloggi Erp nei prossimi mesi, frutto di un’operazione perequativa”.

“Abbiamo sempre dimostrato sensibilità e attenzione al problema casa – ha aggiunto il sindaco Giorgio Gentilin -, anche in un’ottica di recupero o razionalizzazione degli immobili in città. I lavori e le assegnazioni di questi mesi mi rendono particolarmente fiero del lavoro svolto, poiché la casa è un bene primario e ritengo fondamentale impegnarsi per dare la possibilità di usufruirne alle fasce più deboli della popolazione. L’amministrazione ha intenzione anche di vigilare affinché non si creino situazioni di mancanza di rispetto delle regole”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *