Breaking News
Lupo, un incontro a Gallio per fare il punto

Accordo tra Regione e allevatori sui danni da lupo

Venezia – Regione Veneto, Coldiretti, organizzazioni degli allevatori e dei produttori lattiero caseari stringono un patto per far fronte ai danni arrecati dalla presenza del lupo sulle montagne venete. A firmare l’accordo saranno Coldiretti, Arav, Lattebusche, Latterie Vicentine, Latteria Soligo e i tre consorzi di tutela dei formaggi Asiago, Monte Veronese e Montasio). Il documento impegnerà la Regione a proseguire il monitoraggio sulla effettiva distribuzione del lupo e a monitorare la presenza di eventuali ibridi tra cane e lupo, nonché a coordinare gli organi competenti per affrontare il problema dei cani vaganti.

Ricordiamo che l’estate scorsa erano stati rilevati branchi in Lessinia, sull’Altopiano di Asiago, sul Massiccio del Grappa, in Valbelluna e in Col di Lana e Val di Fassa. Quanto ai danni subiti dagli allevatori, la Regione si impegna a coprire la totalità dei costi sostenuti per recinti elettrificati e cani da guardianìa, a contribuire all’adozione di ulteriori sistemi di protezione del bestiame, come la presenza di vigilanti nelle malghe e sui pascoli, ad erogare gli indennizzi non oltre tre mesi dalla data dell’accertamento del danno e, infine, a promuovere iniziative di informazione e formazione degli allevatori per prevenire le perdite da predazione.

Il protocollo dà anche mandato alla Regione di proseguire l’azione intrapresa a livello nazionale per intervenire con forme di controllo numerico della specie, in presenza di aree fortemente antropizzate e ad alta densità di pascoli e allevamenti, “qualora non siano state garantire adeguate misure alternative”, e ad impegnarsi con il nuovo governo per far approvare e rendere operativo il piano di gestione del lupo, che preveda anche la possibilità di contenerne la popolazione alpina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *