Vicenzavicenzareport

Voto a Vicenza, Rucco precisa sull’immigrazione

Vicenza – “La coalizione che sostiene la candidatura a sindaco di Francesco Rucco intende fare chiarezza sui temi dell’immigrazione contro coloro che cercano di spaventare i vicentini e gli immigrati sulla nostra linea politica e amministrativa per i prossimi cinque anni. Abbiamo incontrato le associazioni di immigrati, in particolare l’Unione Immigrati, con la quale abbiamo condiviso la volontà di stabilire una delega specifica all’immigrazione, da attribuire ad una persona competente, perché i nuovi cittadini di Vicenza trovino casa tanto quanto i cittadini originari della città, con pari diritti”.

Francesco Rucco
Francesco Rucco

Così Francesco Rucco, candidato sindaco di Vicenza per il centrodestra, all’indomani della presentazione della lista di Forza Italia, una tra quelle che lo sostengono, occasione nella quale egli si è soffermato sula questione dell’immigrazione in città. Sia ieri che nella nota diffusa oggi, Rucco ha sottolineato che quanto detto sopra “vale per chi rispetta le regole e vuole integrarsi, condividendo la propria vita quotidiana con la nostra. Con chi delinque, invece, l’atteggiamento della nostra amministrazione sarà diverso, più fermo e determinato, senza alcuna distinzione tra italiani e stranieri”.

“Abbiamo intenzione di dismettere – ha aggiunto -, perché lo chiedono gli stessi immigrati, il demagogico Consiglio degli stranieri voluto dal centrosinistra, le cui attività sono ormai sospese da tempo, cosa che ne ha fatto un’istituzione priva di senso, che non ha prodotto alcun risultato apprezzabile per le comunità di stranieri presenti in città. Al suo posto, è nostra intenzione riconoscere all’interno del consiglio comunale di Vicenza una specifica delega affinché le comunità straniere possano sentirsi realmente rappresentate all’interno del nostro territorio e delle istituzioni cittadine”.

“Gli immigrati che già oggi hanno la cittadinanza – ha concluso il candidato del centrodestra – e quelli che, pur non avendola ancora ottenuta, si fanno portatori di istanze utili ed interessanti per la crescita della nostra comunità, hanno pieno diritto di potersi confrontare alla stregua di tutti gli altri cittadini. Per questo è importante che in consiglio comunale siano rappresentate tutte le componenti sociali, compresa quella degli stranieri che vivono e lavorano in città. Solo così sarà possibile attuare una nuova politica di integrazione”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button