Il progetto del Parco della Pace, nell’area ex Dal Molin
Il progetto, presentato dall'amministrazione Variati, del Parco della Pace, nell’area ex Dal Molin

Vinova su due ruote nella campagna elettorale

Vicenza – Vinova torna in strada e, rimonta in sella per una Pedalata elettorale tra le vie e i quartieri di Vicenza, domenica 27 maggio, con partenza alle 9. Nel suo giro in bici per Vicenza, la lista civica che sostiene Otello Dalla Rosa porterà candidati, sostenitori e cittadini a pedalare tra i luoghi simbolo di una campagna elettorale e di un fitto calendario di incontri avviato oltre due anni fa. Il ritrovo è fissato in Via Verdi, nei pressi della sede dell’associazione. Da qui il serpentone di ciclisti si snoderà alla volta di Campo Marzo e dei locali abbandonati della biblioteca. Qui si parlerà di sicurezza e di accoglienza.

Continuando a pedalare, è poi prevista una sosta a Borgo Berga, dove il cuore del dibattito saranno i temi della mobilità e dell’ambiente, per poi guardare al sociale nel successivo stop a San Pio X. Quarta fermata nei pressi della cittadella degli studi, dove non si potrà che parlare di scuola, mentre alla stazione successiva la fermata d’obbligo sarà al Parco della Pace, opera di cui si è parlato anche nelle scorse settimane, “tra chi – si legge in una nota di Vinova – vorrebbe farne occasione di nuove cementificazioni e chi, come i candidati che sostengono Dalla Rosa, vuole la creazione di un grande parco che diventi fucina di partecipazione, teatro di eventi e punto di nuovo incontro di una città con i suoi cittadini”.

Si arriverà così alla sesta tappa, prevista a Villaggio del Sole, dove il confronto sarà portato sulle grandi opere, a cominciare dall’attesa bretella dell’Albera. Infine, nella penultima fermata, pausa nei pressi degli orti dei Ferrovieri, quindi gran finale a Campedello.

“Sarà una pedalata a tappe – spiegano gli organizzatori -,  nella quale ci concederemo anche un po’ di ristoro, grazie ad una nostra candidata che ci ospiterà per un pranzo al sacco. Ad ogni sosta, insieme a Otello Dalla Rosa, affronteremo un tema diverso, ripercorrendo idee e proposte sorte nei nostri incontri e lanciate dal candidato sindaco. Non sarà solo un piccolo esercizio di memoria collettiva, ma anche l’occasione per confrontarci con chi vorrà unirsi all’iniziativa. Accoglieremo, dunque, ulteriori spunti, ma lasceremo anche le nostre provocazioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità