Breaking News

Vicenza, Vinova parla di Governance dinamica

Vicenza – Con i termini di Governance dinamica, o Sociocrazia, si vuole intendere un processo di creazione di organizzazioni armoniose, basate sui valori dell’equivalenza, dell’efficienza e della trasparenza. Un metodo, insomma, che può essere applicato anche alla gestione di una città e delle dinamiche partecipate di coinvolgimento dei gruppi di cittadini. Ed è di questo che si parlerà domani sera, mercoledì 30 maggio, alle 20.30, a Vicenza, nella sede dell’associazione Vinova.

Relatori saranno Giulia Andreotti, candidata al consiglio comunale nella lista Vinòva Dalla Rosa Sindaco, ma anche docente, Leed Ap Bd+C, Certified European Passive House Designer, e Marco Pianalto, agronomo, docente, progettista e facilitatore in permacultura e processi decisionali sistemici.

“Quando si parla di Dinamic Governance – spiega una nota di Vinova – si fa riferimento ad un metodo per la gestione continua del progetto e la gestione dei gruppi di persone coinvolti, oltre ad un metodo decisionale basato sull’assenso. Pur avendo l’obbiettivo di un’armoniosa unità come orizzonte a cui tendere, la Governance Dinamica stimola al contempo i partecipanti a non bloccare il flusso decisionale, sapendo che tutto è perfettibile ed in continua evoluzione”.

La Sociocrazia è stata sviluppata negli anni ’70, nei Paesi Bassi, da Gerard Endenburg, un ingegnere elettrico ed inventore. All’età di trent’anni divenne direttore della compagnia elettronica dei genitori, con la missione di farla diventare sia finanziariamente sostenibile, sia armoniosa e soddisfacente per i dipendenti. Per gestire l’impresa egli trasse ispirazione dal lavoro del pacifista Kees Boeke, così come dai principi della cibernetica, dalla teoria dei sistemi e da altre discipline scientifiche. Il suo metodo ha creato un luogo di lavoro più armonioso e produttivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *