Thomas de Pourquery (Foto di Flavien Prioreau)
Thomas de Pourquery (Foto di Flavien Prioreau)

Vicenza Jazz, è il sabato del concerto in piazza

Vicenza – È la tradizionale serata, quella di domani, sabato 12 maggio, del concerto a ingresso gratuito in Piazza dei Signori, per il festival New Conversations Vicenza Jazz. Alle 21, a riscaldare la piazza, ci sarà un doppio spettacolo: all’apoteosi ritmica degli Odwalla (sette percussionisti guidati da Massimo Barbiero, più voce e danzatori) seguiranno i ritmi e i fiati non meno travolgenti dei Supersonic, guidati dal sassofonista Thomas de Pourquery, con la partecipazione del trombonista Gianluca Petrella come ospite speciale.

Occorre ricordare inoltre la proposta, sempre per domani, di un concerto in orario pomeridiano, alle 18 al Teatro Olimpico, con la visionaria Sun Ra Arkestra diretta da Marshall Allen. La band farà il bis del concerto di stasera, sempre all’Olimpico. Alcuni membri dell’Arkestra saranno poi attesi in piazza per unirsi agli Odwalla: sono loro i Saturnian Visitors annunciati sul programma della serata in piazza.

Il weekend festivaliero sarà comunque ricco di appuntamenti sparsi per la città. Oltre agli innumerevoli live nei locali, spiccano la proiezione del film “Ornette: Made in America”, di Shirley Clarke, a Palazzo Chiericati, alle 20.30 ad ingresso gratuito, e lo spettacolo “Easy to Love – Il mio amico Cole Porter”, a metà strada fra il concerto jazz e lo storytelling, con il cantante Lorenzo Cipriano, al Teatro Astra, alle 20.

“Creata nel 1989 da Massimo Barbiero – si legge nella presentazione della serata -, Odwalla è una formazione di soli strumenti a percussione, integrati dalla presenza di voci e danzatori. La vasta gamma di strumenti impiegati produce un intenso impatto sonoro e rende possibile una ricerca musicale che spazia dal jazz all’Africa, la musica contemporanea, in equilibrio fra improvvisazione e scrittura. Mentre marimba (Barbiero) e vibrafono (Matteo Cigna) creano percorsi melodici, autentiche esplosioni percussive arrivano dalle due batterie (Stefano Bertoli e Alex Quagliotti), dal percussionista Andrea Stracuzzi e dai tamburi dei due senegalesi Doudù Kwateh e Doussù Tourrè”.

“Quella di Odwalla non è musica che nasce per accompagnare la danza: è musica che fa sorgere la danza, così come, a sua volta, la danza che avviene sul palco dà impulso alla musica. Nel corso della sua quasi trentennale storia, Odwalla ha ospitato nelle sue file musicisti come Mino Cinelu, Billy Cobham, Don Moye, Hamid Drake, Baba Sissoko e molti altri”.

“I Supersonic invece sono stati creati  da Thomas de Pourquery per riaccendere il jazz spaziale di Sun Ra, presentandolo dalla prospettiva di una giovane leva di musicisti. La loro presenza sul palco di Piazza dei Signori non è quindi affatto casuale, con uno spettacolo musicale visionario, irriverente, dalla forte propulsione funky e dagli espressivi coaguli free. Pourquery ha un passato sia nel jazz che nel rock, così come i musicisti di cui si è circondato”.

Due parole prima di concludere sullo spettacolo “Easy To Love – Il mio amico Cole Porter”. E’ il racconto fantasioso e inedito di un’amicizia nata a Venezia agli inizi del secolo scorso, accompagnato dalle canzoni più note del grande Cole Porter. Lorenzo Cipriano, cantante e compositore vicentino, ha dedicato al grande musicista americano questo spettacolo, come dicevamo a metà strada fra il concerto jazz e il racconto. Negli anni ‘20, infatti, Porter e la moglie trascorrevano abitualmente la stagione estiva nella città lagunare, allora come oggi meta del turismo internazionale più esclusivo. Fra palazzi sul Canal Grande e alberghi di lusso al Lido avviene l’incontro fra il protagonista di questa storia, un cantante veneziano con la passione per il jazz, e il compositore americano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *