Breaking News

Vicenza Calcio verso la nuova proprietà?

Vicenza – Cambiano le modalità con cui il Tribunale di Vicenza procede alla vendita della società Vicenza Calcio. C’è infatti da alcuni giorni la novità dell’offerta fuori asta dell’imprenditore Renzo Rosso, e questo ha modificato la situazione, che aveva visto per altro andare deserte le prime due aste fallimentari. Ed ecco quindi la pubblicazione, ieri, di un invito all’acquisto nel quale il tribunale dà tempo fino alle 12 del 28 maggio per presentare le offerte. Anche Rosso dovrà ripresentare la sua. La data del 28 maggio, salvo imprevisti legati al possibile ricorso del Santarcangelo, cadrà dopo le due partite di play out, quindi si saprà, a quel momento, se la prossima stagione dei biancorosso sarà in serie C o se saranno stati retrocessi.

Nei due casi, cambia la cifra minima da offrire per l’acquisto del club: 1,47 milioni di euro se è salva, 1,1 milioni se retrocede in serie D. Se vi saranno altre offerte oltre a quella del patron della Diesel,  il Vicenza Calcio non sarà aggiudicato a chi offre di più ma si procederà all’asta davanti al giudice, con rialzi minimi di 50 mila euro. Il tribunale ha fissato anche alcune clausole per l’acquisto del Vicenza, tra le quali c’è l’obbligo ad usare una divisa di gioco a strisce verticali biancorosse, chi vuole acquistare non deve avere conflitti di interesse e sarà data preferenza “a chi presenta un progetto industriale teso alla conservazione del Vicenza e alla iscrizione al prossimo campionato conservando il titolo sportivo della società”.

Intanto, l’attesa dei tifosi biancorossi è tutta per i le due partite di play out, che salvo variazioni, si giocheranno sabato 19 maggio, alle 16, allo stadio Menti, e quella di ritorno in terra romagnola la settimana dopo, ovvero sabato 26 maggio. Prevista per entrambe la diretta televisiva su Sportitalia. L’incognita, come dicevamo, è costituita dal possibile ricorso del Santarcangelo, salvatosi a fine campionato ma poi penalizzato di tre punti, decisione alla quale la squadra romagnola potrebbe opporsi presentando ricorso entro venerdì. Questo farebbe slittare, probabilmente di una settimana, le date delle due partite di play out.

A questo proposito c’è anche da segnalare una polemica, scaturita dalle dichiarazioni, in difesa del Santarcangelo, rilasciate al giornale Corriere di Romagna dal presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, che si è detto pronto a bloccare i play out in caso di ricorso, definendo “ingiusta la penalizzazione della squadra romagnola rispetto a quella del Vicenza, che ne ha fatte di tutti i colori”. Parole che, naturalmente, non sono piaciute al curatore del Vicenza Calcio, Nerio De Bortoli. Preso atto di quanto pubblicato dal quotidiano, De Bortoli ha subito diffuso una nota di precisazione.

“Il Vicenza Calcio – scrive il curatore – durante l’esercizio provvisorio ha provveduto a rispettare tutti i termini imposti dal Sistema licenze nazionali relativamente al pagamento di quanto dallo stesso richiesto, non assumendo quindi in alcun modo posizioni di privilegio rispetto a qualsiasi altra concorrente al campionato di Serie C. La gestione del Vicenza Calcio nel periodo pre fallimentare, che ha poi condotto alla penalizzazione di tre punti in classifica, non può essere pagata oltremodo dalla squadra, che già ha dovuto sopportare condizioni ambientali ed economiche difficili e che nulla hanno a che vedere con il calcio giocato. Sono certo altresì che le dichiarazioni rilasciate dal presidente Gabriele Gravina, al quale tutto il Vicenza Calcio riconosce da sempre professionalità, competenza, equilibrio ed imparzialità, non volessero e non possano in alcun modo condizionare le due gare di playout fra Vicenza e Santarcangelo; gare che la società Vicenza Calcio è pronta ad affrontare con la determinazione ed il rispetto necessario che Lega Pro, città di Vicenza e tifoseria biancorossa meritano, con il solo obiettivo di conquistare quella salvezza sportiva in cui tutti noi ancora crediamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *