La Curva sud dello Stadio Menti, in una partita dello scorso campionato, in Serie B
La Curva sud dello Stadio Menti, in una partita del campionato 2016-2017, in Serie B

Vicenza Calcio, finisce l’incubo. E’ di Renzo Rosso

Vicenza – “Ad oggi siamo sicuri solamente di una cosa: finalmente si chiude con il vecchio marciume che ci ha portati sul baratro. Siamo inoltre convinti che, tra i vari personaggi che si sono avvicinati al Lane, non si possa paragonare un imprenditore di successo come Renzo Rosso a quanti fino ad oggi si aggiravano con assegni fantasma attorno alle aule del tribunale”. E’ anche più colorito rispetto alla nostra citazione, ma il post pubblicato ieri sulla pagina Facebook della Curva Sud spiega bene i sentimenti dei tifosi del Vicenza Calcio in questi giorni.

Renzo Rosso - Foto Università Ca' Foscari di Venezia (CC BY-NC 2.0)
Renzo Rosso

Ed oggi, praticamente scontata, è arrivata, con l’aggiudicazione da parte del tribunale, la conferma che il club biancorosso è ora di proprietà del patron della Diesel, che la accorperà al Bassano Virtus, già suo da parecchi anni. In realtà si tratterà piuttosto di un trasferimento della Virtus nel capoluogo, allo stadio Menti, vestita di biancorosso. Non si conoscono ancora i contorni esatti della fusione tra le due società, mentre è certo che Rosso, attraverso la sua società Otb, ha pagato 1,1 milioni di euro per il Vicenza Calcio, senza acquistarne il titolo sportivo, che sarà quindi quello del Bassano. Nel ramo d’azienda rilevato da Rosso è invece presente l’identità del club, il blasone insomma, la storia del Vicenza.

L’impianto del nuovo club sarà comunque quello giallorosso, a cominciare dal direttore sportivo Werner Seeber e dall’allenatore Giovanni Colella. I giocatori della nuova squadra saranno quelli ad oggi sotto contratto della Virtus. Del Vicenza Calcio, in buona sostanza, rimarrà solo il marchio, l’immagine, o quantomeno se ne preserverà il più possibile dato che è certamente la cosa di maggior valore tra tutto ciò che è coinvolto nella vicenda, per i trascorsi, il prestigio e la storia della Nobile Provinciale, quel Lanerossi Vicenza che ha vinto una Coppa Italia, è stata semifinalista in Coppa delle Coppe ed ha disputato trenta campionati in serie A facendosi apprezzare e stimare tra gli appassionati di calcio di tutta la Penisola.

L’attesa è adesso rivolta alla nuova società, si aspetta di conoscerne dettagli e caratteristiche. Si sa che la squadra giocherà al Menti, in maglia biancorossa, ma come si chiamerà? Virtus Vicenza? Lane Virtus Vicenza? Oppure soltanto Vicenza (o quasi)? Tutto da chiarire anche il futuro degli attuali giocatori e membri dello staff biancorosso, che non rientrano nella nuova società e quindi sono svincolati, ed altrettanto si può dire del futuro del calcio a Bassano del Grappa. Un pensiero infatti è doveroso nei confronti dei tifosi giallorossi, che hanno sognato negli ultimi anni la promozione del Bassano in serie B ed ora devono invece accettarne la migrazione nel capoluogo, sotto un’altra bandiera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *